Attualità

PLASTICA, STRADE AMICHE DELL’AMBIENTE CREATE CON BOTTIGLIE RICICLATE

Condividi

Plastica. E per combattere la plastica arrivano le strade realizzate con bottiglie ed altri scarti. Succede a Londra nel quartiere di Enfield.

Strade realizzate con le bottiglie di plastica riciclata: un nuovo modo per salvare l’ambiente dall’invasione della plastica. Oltre all’aspetto ecologico, queste strade risultano più resistente all’usura e quindi durano molto più a lungo dell’asfalto tradizionale consentendo un risparmio di costi significativo.

L’intervento pilota ha riguardato una parte di Green Dragon Lane ed è stato così positivo che Transport for London ha deciso di erogare un finanziamento per i lavori e ha suggerito di ripetere l’esperimento anche per alcune fermate degli autobus nella stessa zona.

Il responsabile dell’ambiente del consiglio di Enfield, Daniel Anderson, si è detto soddisfatto dei risultati e soprattutto felice di sapere che mari e oceani soffrono meno grazie alle scelte organizzative del suo quartiere.

Prodotto dalla società MacRebur, che ha sede a Lockerbie, questo asfalto speciale contiene un mix di plastiche riciclate: per ogni tonnellata di asfalto si usano tra i tre e i dieci chili di materiale di recupero, che servono come agente collante al posto del bitume preso da combustibili fossili.

La società ha ottenuto un milione di sterline attraverso il crowfounding e nel 2016 si è aggiudicata il premio della Virgin di Richard Branson come start up, guadagnando un finanziamento da 50mila sterline e una campagna di marketing da 250mila sterline. Il suo primo intervento sul suolo britannico è stato in Cambria per l’autostrada A7 nel Lake District, che ha utilizzato l’equivalente di 500mila bottiglie di plastica. L’intervento di Enfield è il primo nella capitale ed è anche il primo ad aver ottenuto l’appoggio di Transport for London.

Qualche anno fa la Kws, una società del gruppo edilizio VolketWessel, aveva già  avviato un progetto simile chiamato Plasticroad. A Rotterdam infatti era sorta la prima strada modulare con questo sistema, che ricorda una specie di Lego, con strutture fisse fatte in plastica riciclata, che si possono disporre rapidamente e sollevare per fare riparazioni.

(Visited 204 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago