AttualitàEventiGood News

Plastic Free, domenica 26 settembre torna l’evento nazionale: tutti gli appuntamenti e come partecipare

Condividi

Domenica 26 settembre torna l’evento nazionale dell’associazione Plastic Free: appuntamento in 335 città d’Italia, con operazioni di pulizia di spiagge, parchi, fiumi e città.

Domenica 26 settembre 2021 torna l’evento nazionale dell’associazione Plastic Free. Appuntamento in 335 città d’Italia, con operazioni di pulizia di spiagge, parchi, fiumi e città a cui il presidente Roberto Fico ha conferito il patrocinio della Camera dei Deputati.

Ogni anno, 12 milioni di tonnellate di plastica raggiungono i mari di tutto il mondo, l’equivalente di un camion di rifiuti ogni minuto, e un milione e mezzo di animali, prevalentemente marini, muoiono a causa della plastica. L’inquinamento da plastica è ormai un problema che non possiamo più ignorare. Da oltre 2 anni, l’associazione Plastic Free è impegnata in questa tematica e forte della sua rete di referenti e canali social, ogni anno organizza 2 eventi nazionali, dove in ogni Regione prendono piede diversi appuntamenti di pulire del territorio. Il secondo evento nazionale dell’anno si terrà tra pochi giorni, il 26 settembre 2021, con oltre 330 appuntamenti, da nord a sud, con l’obiettivo di superare di superare i 300.000 chilogrammi di plastica e rifiuti rimossi dall’ambiente.

Sarà una grande giornata di sensibilizzazione – ha dichiarato la presidenza, il consiglio superiore e il comitato scientifico di Plastic Free, “Questo è il reale intento, perché solo sensibilizzando più persone possibili preveniamo ulteriori disastri ambientali. Un sentito ringraziamento al Presidente della Camera dei deputati Roberto Fico per averci concesso il patrocinio, ulteriore stimolo  a proseguire le nostre attività con maggiore impegno per il bene comune”.

La Onlus, nota per i suoi precedenti risultati e per aver già rimosso dall’ambiente oltre un milione di chilogrammi di plastica e rifiuti, stima la partecipazione di 30.000 volontari che entreranno in azione per il bene del Pianeta. Cittadini, istituzioni ed aziende faranno squadra durante questa giornata come non è mai stato fatto prima. L’evento, infatti, oltre ad essere supportato dai Comuni interessati, vede il supporto di diverse aziende, quali GLS, Caffè Borbone e Roberto Collina, fondamentale per la buona riuscita dell’iniziativa.

“Siamo onorati della partecipazione ufficiale di quattro università con i loro docenti, studenti, dipendenti e familiari – ha dichiarato il Cav. Antonio Rancati, Segretario generale di Plastic Free Odv Onlus – Dato gli eventi si svolgeranno su tutto il territorio nazionale, potranno scegliere sul nostro website la location che preferiscono, con l’auspicio che questa attiva collaborazione possa essere un lungo e piacevole cammino insieme per tanti altri eventi, in cui promuovere verso le nuove generazioni una maggiore sensibilità sull’uso distorto della plastica usa e getta e, ancora più grave, della plastica che non si vede, quella che diventa microplastica nei fiumi e nel mare per finire nel ciclo alimentare con gravi danni a tutti noi. Siamo già convinti che sarà un cammino di grandi soddisfazioni.”

Agli eventi nelle 335 città hanno aderito alcune importanti istituzioni accademiche: Università di Firenze, Università Cusano, Università di Pavia ed Università Suor Orsola Benincasa (Napoli). Ha confermato la sua partecipazione all’evento di Verona l’On. Alessia Rotta, Presidente della Commissione Ambiente della Camera dei Deputati.

Tra le Regioni con il maggiore numero di appuntamenti abbiamo il Veneto, la Sicilia e la Campania. La partecipazione all’evento è completamente gratuita, basterà andare sul sito https://www.plasticfreeonlus.it/calendario-eventi/ e registrarsi per ricevere tutte le informazioni.

(Visited 71 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago