Eventi

“#PizzaUnesco e #DietaMediterraneaUnesco” in diretta streaming, lunedì 7 dicembre ore 16:00

Condividi

#PizzaUnesco e #DietaMediterraneaUnesco: tutela, valorizzazione e trasmissione alle generazioni future del patrimonio culturale ed agroalimentare”, dieci anni dall’iscrizione della Dieta Mediterranea nella medesima Lista del Patrimonio dell’Umanità. Diretta lunedì 7 dicembre ore 16:00. 

Si terrà lunedì 7 dicembre, alle ore 16:00, nell’ambito delle celebrazioni per il 3° anniversario del riconoscimento UNESCO all’Arte del Pizzaiuolo Napoletano promosse dalla Regione Campania, la web conference in diretta streaming “#PizzaUnesco e #DietaMediterraneaUnesco: tutela, valorizzazione e trasmissione alle generazioni future del patrimonio culturale ed agroalimentare”, che celebrerà anche i 10 anni dall’iscrizione della Dieta Mediterranea nella medesima Lista del Patrimonio dell’Umanità.

Era infatti il 7 dicembre 2017 quando il 12° Comitato Intergovernativo per la Salvaguardia del Patrimonio Culturale Immateriale dell’UNESCO, riunitosi sull’isola di Jeju in Corea del Sud, valutò positivamente, e con voto unanime, la candidatura italiana per l’iscrizione de “L’Arte del Pizzaiuolo Napoletano” nella prestigiosa Lista.

In occasione del terzo Anniversario del riconoscimento mondiale, la Fondazione UniVerde e l’Università degli Studi di Napoli “Federico II”, con il sostegno della Regione Campania, promuovono la web conference dedicata a una tradizione storica che per il nostro Paese rappresenta, da secoli, un vero elemento d’unione culturale: l’Arte del Pizzaiuolo Napoletano.

Dieta Mediterranea, 10 anni di UNESCO. Al Mipaaf nasce un ufficio ad hoc

Insieme all’Arte del Pizzaiuolo Napoletano, saranno celebrati anche i dieci anni dal riconoscimento della Dieta mediterranea quale Patrimonio dell’Umanità, ponendo un ulteriore stimolo al dialogo scientifico e culturale sull’importanza dei principi che sono alla base di entrambe. È infatti sempre più ampia, oggi, la domanda di esperienze enogastronomiche, come parte di un viaggio che non si limita alla degustazione di un piatto tipico come la pizza ma si allarga alla cultura e alla tradizione di un intero territorio. Da questo punto di vista, l’arte della pizza non è solo il simbolo di una comunità ma può rappresentare un’opportunità unica di partecipazione genuina e autentica, che mette al centro passioni e voglia di scoperta, attraverso turismo responsabile e attività esperienziali in grado di raccontare una storia e di trasmettere emozioni alle persone.

Durante l’evento, saranno ripercorse le tappe fondamentali dell’iter di riconoscimento, un percorso vittorioso ma complesso, sostenuto dalla raccolta firme internazionale #PizzaUnesco, lanciata a sostegno della candidatura italiana. In poco più di tre anni, la campagna ha raccolto oltre 2 milioni di sottoscrizioni mondiali, con adesioni di cittadini da più di 100 Paesi: numeri che fanno di #PizzaUnesco il movimento popolare d’opinione più imponente nella storia delle candidature di tutte le agenzie delle Nazioni Unite.

L’Arte dei Pizzaiuoli Napoletani Patrimonio Unesco nel mondo: diretta streaming venerdì 30 ottobre

PROGRAMMA.

Interventi: Alfonso Pecoraro Scanio (Presidente Fondazione UniVerde), Matteo Lorito (Rettore dell’Università degli Studi di Napoli Federico II), Rosanna Romano (Direttore generale per le Politiche Culturali e il Turismo, Regione Campania), Pierluigi Petrillo (Membro Comitato valutatori mondiali UNESCO), Anna Laura Orrico (Sottosegretario, Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo), Antonello De Riu (Capo Ufficio II – DGSP, Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale), Francesco Emilio Borrelli (Consigliere regionale, Regione Campania), Marino Niola (Antropologo, Università degli Studi Suor Orsola Benincasa), Jimmy Ghione (Inviato di Striscia la Notizia e testimonial campagna #PizzaUnesco), Sergio Miccù (Presidente Associazione Pizzaiuoli Napoletani), Antonio Pace, (Presidente Associazione Verace Pizza Napoletana), Gennarino Masiello (Vice presidente nazionale Coldiretti)

Modera: Luciano Pignataro (Giornalista enogastronomico).

In occasione dell’evento si terrà la presentazione della moneta da 5 euro “Pizza e Mozzarella – Serie Cultura Enogastronomica Italiana” realizzata dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, a cura di Matteo Taglienti (Responsabile della Numismatica Filatelia e Zecca – IPZS).

Testimonianze dei partners dell’evento: Antimo Caputo (Amministratore delegato Mulino Caputo), Francesco Franzese (Amministratore delegato ICAB – La Fiammante), Paolo Scudieri (Presidente Eccellenze Campane), Gabriele Rotini (Responsabile nazionale CNA Agroalimentare), Fabrizio Capaccioli (Managing director Asacert).

È previsto, inoltre, il collegamento da Lancing (UK) con il Ristorante Pizzeria O’ Curniciello.

In collaborazione con: Associazione Pizzaiuoli Napoletani e Associazione Verace Pizza Napoletana.

PartnersMulino CaputoLa FiammanteEccellenze CampaneCNA – Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media ImpresaITA0039 100% Italian Taste Certification.

Media PartnersItalpressTeleAmbienteAgra PressItalia a TavolaSOS Terra Onlus.

La web conference sarà trasmessa in diretta streaming sulle Pagine Facebook di:

  • Fondazione UniVerde:

            (https://www.facebook.com/FondazioneUniVerde);

  • Scabec SpA:

(https://www.facebook.com/scabecspa);

  • Associazione Pizzaiuoli Napoletani:

            (https://www.facebook.com/associazionepizzaiuolinapoletani);

  • Associazione Verace Pizza Napoletana:

(https://www.facebook.com/verapizzanapoletana);

e sul portale Ecosistema digitale per la Cultura della Regione Campaniahttps://cultura.regione.campania.it/

(Visited 41 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago