Cultura

Pizza da guinness, al FICO Eataly World di Bologna una pizza lunga 500 metri VIDEO

Condividi

Pizza da guinness, una nuova impresa gastronomica: 500 metri di pizza con le ricette caratteristiche di tutte le regioni, dalla sarda con Bottarga alla valdostana con Fontina e Lard d’Arnad, dalla trentina con lo Speck alla siciliana con Pachino e Tonno, passando per la friulana con il Montasio alla pugliese con Cipolla di Acquaviva e Burrata, fino all’emiliana con Mortadella, alla calabrese con Nduja, la veneta con radicchio e la molisana con caciocavallo di Agnone. L’evento si è tenuto sabato 27 luglio al FICO Eataly World di Bologna.

Successo per la nuova “impresa” gastronomica del Parco del cibo con 30 pizzaioli napoletani: 500 chili di farina, 400 di pomodoro e 50 ingredienti tipici di tutto lo Stivale hanno dato vita alle specialità locali più golose, degustate da migliaia di buongustai.

Sono i numeri di “Pizza da Guinness”, la nuova “impresa” gastronomica che si è tenuta ieri a FICO Eataly World di Bologna con la collaborazione del Napoli Pizza Villageil più importante food festival mondiale del 2018 che si svolgerà a Napoli dal 13 al 22 settembre prossimo.

Nata a Napoli, conosciuta e imitata in tutto il mondo, tanto che l’arte del pizzaiuolo napoletano è stata riconosciuta dall’Unesco patrimonio immateriale dell’umanità. Tante e diverse sono le farciture lungo tutta la penisola.

Alimentazione, con il caldo cresce del 20% l’acquisto di frutta

La sfida è stata organizzata con la collaborazione di Napoli Pizza Village, il più importante happening italiano dedicato alla pizza, protagonista tra l’altro del record per la Margherita più lunga del mondo realizzato a Napoli, e di partner tra i quali Molino Caputo, leader mondiale nella produzione di farina per pizzerie, e Rossopomodoro, il gruppo napoletano che gestisce anche la pizzeria di FICO, che inserirà, nel team dei pizzaioli del record, una rosa di pizzaiuoli under 30, giovani talentuosi che con grande entusiasmo, passione ed energia sono pronti a mettersi alla prova.

Alimentazione, allarme cadmio nelle patate italiane. Rischio cancerogeno per un test svizzero

“Pizza da Guinnes” a FICO Eataly World vuole replicare il successo della sfoglia più lunga del mondo, realizzata nel Parco del Cibo nel maggio scorso. Il lunghissimo nastro di pasta a FICO celebra la biodiversità del nostro Paese, la passione e la ricerca degli ingredienti, con una pizza che unisca tutta la Penisola.

Alimentazione, la focaccia barese è la più buona d’Italia

Per stenderla sono stati utilizzati 270 tavoli e per cuocerla all’opera due speciali forni “mobili” che hanno permessa di assaggiarla appena sfornata. Tra le specialità della giornata che il pubblico ha potuto degustare anche la Pizza Rossini di Pesaro, con maionese e uova sode, che a FICO verrà accompagnata da alcune arie musicali del Maestro.

“Siamo felici di avere ospitato e visto all’opera a FICO i maestri e le giovani promesse dell’arte dei pizzaiuoli napoletani, riconosciuta patrimonio dell’Unesco – sottolinea l’amministratore delegato di FICO Eataly World, Tiziana Primori – Migliaia di persone hanno potuto scoprire i loro segreti e assistere alla creazione di una pizza che ha unito tutta l’Italia, mai tentata prima, in decine di versioni, vivendo un’esperienza gastronomica, conviviale e sensoriale unica”.

“Dopo aver realizzato il Guinness della pizza più lunga al mondo nel 2016, abbiamo accettato con grande soddisfazione questa nuova sfida con Fico Eataly World per produrre la Pizza da Guinness. Una pizza che unisce l’Italia grazie ad una ricetta che prevede prodotti autoctoni di tutte le regioni italiane, esaltando il lavoro dei pizzaioli napoletani ma anche quello delle tipicità alimentari italiane – affermano Claudio Sebillo ed Alessandro Marinaccititolari di Oramata società che organizza il food festival più noto al mondo -. Nella logica del Napoli Pizza Village questo a Fico è un evento rappresentativo tra gli addetti ai lavori e del prodotto pizza nel mondo”

L’ingrediente di base della “Pizza da Guinness” è stato fornito da Molino Caputo, leader mondiale nella produzione di farina per pizzerie; gli altri ingredienti portavano invece la “firma” di Ciao Pomodori, Olitalia e fiordilatte di Latterie Sorrentine.

Al termine della giornata, una parte della pizza da guinness è stata trasportata alla Festa del Gelato artigianale di Casalecchio di Reno, in collaborazione con l’amministrazione comunale, per essere servita a offerta libera al pubblico della Festa: il ricavato così ottenuto verrà devoluto all’Emporio Solidale Il Sole di Casalecchio di Reno, il piccolo supermercato con beni di prima necessità che aiuta le famiglie in difficoltà residenti nel territorio dell’Unione Reno Lavino Samoggia.

(Visited 243 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago