piero angela funerale laico roma

L’ultimo saluto al giornalista e divulgatore scientifico in Campidoglio.

Piero Angela, l’ultimo saluto a Roma: alla camera ardente, in Campidoglio, parenti e amici del giornalista e divulgatore scientifico, scomparso sabato scorso a 93 anni. Presente ovviamente anche il sindaco Roberto Gualtieri, mentre all’esterno centinaia di persone hanno accolto l’arrivo del feretro, per poi mettersi in fila per l’ultimo saluto.

L’ultimo saluto a Piero Angela

Il feretro di Piero Angela è arrivato in Campidoglio intorno alle 10.40. Ad accoglierlo Roberto Gualtieri, accanto alla famiglia del divulgatore scientifico: la moglie Margherita, i figli Alberto e Christine, i nipoti. Presenti anche tanti amici e colleghi di Piero Angela, oltre ai vertici Rai (la presidente Marinella Soldi e l’ad Carlo Fuortes, ma anche Antonio Di Bella, Silvia Motta e Simona Agnes). La camera ardente è stata aperta al pubblico alle 11.30 e lo resterà fino alle 19, mentre alle 16 è previsto il funerale laico.

Piero Angela, Alberto: “Chi amiamo non dovrebbe mai lasciarci”

Ringrazio chi è qui, chi è a casa, chi è in piazza e i media. Sono abituato ad andare a braccio, ma in questa situazione capirete la mia difficoltà” – l’incipit del discorso di Alberto Angela – “Questo per me è un discorso difficile, penso che le persone che amiamo non dovrebbero mai lasciarci, però accade. Vorrei partire dall’ultima cosa che ha fatto papà: il suo ultimo discorso, che io e mia sorella abbiamo trascritto 24 ore prima che morisse, e sembra un discorso a fine serata tra amici“.

Piero Angela, Alberto: “Ha affrontato la morte con serenità”

Le persone vanno via ma il sentimento rimane, si trasmette nel tempo, trasformandosi in valore. E i valori restano in eterno. L’ultimo insegnamento di mio padre è avvenuto non con le parole, ma con l’esempio” – ha proseguito Alberto Angela – “In questi giorni mi ha insegnato a non aver paura della morte. Ha affrontato la più grande paura dell’essere umano con una serenità che mi ha colpito“.

Piero Angela, Alberto: “Continuerà a vivere”

Per me continuerà a vivere attraverso i libri, le trasmissioni, i dischi jazz, ma anche in tutti quei ragazzi che hanno speranza nel futuro e cercano l’eccellenza” – ha spiegato Alberto Angela – “Nei ricercatori che cercano di andare a meta nonostante tutte le difficoltà, in tutte le persone che cercano di unire e non di disunire, nelle persone che cercano la curiosità e le bellezze della natura, quelle che cercano di assaporare la vita“.

Piero Angela, Alberto: “Lascia a tutti noi un’eredità importante”

L’eredità che lascia a tutti noi è importante, non è fisica o di lavoro, ma di atteggiamento nella vita. Quello che ci ha detto come ultima cosa è stato ‘Fate anche voi la vostra parte’. E io cercherò di fare la mia“, la conclusione del discorso di un commosso Alberto Angela.

Articolo precedentePAX.RIP, ecco come funziona il primo cimitero virtuale d’Italia. Il video
Articolo successivoMoria di pesci nel fiume Oder, cosa sta succedendo tra Germania e Polonia