Pic&Nic a Trevi, un fine settimana tra natura, arte, musica e merende tra gli ulivi

110
0

Un fine settimana in Umbria, all’aria aperta, nella quiete del paesaggio olivato, unendo il piacere della scoperta di luoghi incantati alla possibilità di degustare prodotti alimentari di qualità, primo fra tutti il pregiato olio extravergine di oliva Dop Umbria.

Dopo lo stop forzato a causa della Pandemia, è tornato a Trevi il Pic&Nic più famoso d’Italia, giunto alla sua XIII edizione.

Un evento semplice per tornare bambini, promosso dal Comune di Trevi ed organizzato da ADD Comunicazione ed eventi.

“Sono stati due giorni bellissimi, dove ci sono state migliaia di persone che sono state attratte da questo luogo che è un luogo particolarmente bello – ha detto il Sindaco si Trevi, Bernardino Sperandio anche perché da qua, dalla Villa Fabri, si riesce a vedere tutta la fascia olivata Assisi-Spoleto con la bellezza dei suoi Ulivi, dove tutti i nostri ospiti hanno mangiato i loro panini, fatto i loro picnic. Sono stati giorni di festa, di grande festa. Siamo felicissimi. Ringrazio tutta l’organizzazione, il Comune di Trevi, i funzionari del Comune di Trevi e l’anti festival che ha condotto egregiamente questa organizzazione e invito tutti quanti il prossimo anno a venire a Trevi“.

Ecco l’hamburger microbiotico che salva le foreste (e il Pianeta)

Durante i due giorni si sono alternati degustazioni d’olio e.v.o. e di vini locali, i mercatini del contadino e dell’antiquariato, i percorsi guidati alla scoperta del centro storico, le visite al Teatro Clitunno e al Complesso Museale di San Francesco. (archeologo scavi + storico arte)

Tante le iniziative dedicate ai più piccoli come ‘Realizza la tua cartolina di Trevi’, in cui è stata illustrata l’antica tecnica della stampa tramite xilografia e “Il mito di Atena e Poseidone. La nascita della pianta dell’Ulivo” – incontro didattico in cui è stato raccontato il mito greco sulla nascita della pianta dell’Ulivo.

Oggi è l’overshoot day dell’Italia: da questo momento consumiamo in debito

Come da tradizione, immancabili gli eventi dedicati alla conoscenza delle erbe spontanee commestibili che è stato possibile raccogliere e cucinare.

Vento, la video denuncia di una scuola sulla viticoltura intensiva è stata censurata

Tanti e diversi gli appuntamenti di intrattenimento musicale con concerti ed esibizioni a cura di Antifestival.

Articolo precedenteARF!, finalmente torna a Roma il “Festival di storie, segni e disegni”
Articolo successivoIl bonus auto e moto 2022 è attivo da oggi. Ecco come richiedere lo sconto fino a 5mila euro