AttualitàInquinamentoRifiuti

Il 3 giugno a Milano “Le Giornate insieme a te per l’ambiente” per ripulire Piazza Duomo

Condividi

Un’intera giornata dedicata alla rimozione di tutti i rifiuti abbandonati in Piazza Duomo. L’appuntamento, fissato per il 3 giugno, fa parte dell’evento “Le Giornate insieme a te per l’ambiente”, realizzato in collaborazione anche con Fise-Assoambiente e Utilitalia.

“Si tratta di un progetto che vuole essere una risposta concreta al fenomeno del littering per promuovere comportamenti virtuosi nella gestione dei rifiuti” – spiegano gli organizzatori, annunciando che i veri protagonisti della giornata saranno i dipendenti di McDonald’s che si affiancheranno agli addetti dell’Amsa.

La collaborazione tra l’azienda milanese incaricata della raccolta rifiuti, Amsa e McDonald’s proseguirà anche dopo la giornata di giovedì, sempre schierandosi per la difesa dell’ambiente a Milano.

L’appuntamento per giovedì è alle ore in piazza Duomo ma prima di iniziare la pulizia straordinaria, interverranno Dario Baroni, il vice presidente di McDonald’s Italia, Chicco Testa, presidente Fise Assoambiente, Filippo Brandolini, vicepresidente Utilitalia, e Marcello Milani, il ceo di Amsa.

Obiettivo dell’evento non è solo di ripulire piazza Duomo ma di intervenire anche in parchi, strade, spiagge e altre vie e piazze in 100 comuni italiani.

Marevivo, al via la campagna nazionale “Piccoli gesti grandi crimini” contro l’abbandono dei mozziconi nell’ambiente

Cos’è il littering?

Con il termine inglese littering s’indica l’abbandono, deliberato o involontario, di rifiuti di piccole dimensioni in spazi pubblici o aperti all’utilizzo pubblico come strade, piacce, parchi, spiagge e boschi.

Il littering non ha niente in comune con lo smaltimento illegale dei rifiuti domestici, industriali o artigianali che mira a ridurre i costi dello smaltimento.

Si tratta di un fenomeno sempre più presente in Italia e le sue conseguenze iniziano ad avere i suoi effetti sull’ambiente.

(Visited 32 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago