Piano Mattei per l’Africa, cosa sappiamo finora e quale sarà il ruolo delle fonti fossili?

Analista di Politica Estera di ECCO Climate, il think tank italiano sul clima, ha spiegato a Rapporto Mondo cosa sappiamo finora del Piano Mattei sull’Africa 

Il 28 e il 29 gennaio scorsi si è tenuto a Roma il summit Italia-Africa fortemente voluto dal governo Meloni. Un’occasione, tra le altre cose, per presentare elementi aggiuntivi del cosiddetto Piano Mattei, un piano di cooperazione tra il nostro Paese e il continente Africano che la presidente del consiglio Giorgia Meloni ha messo al centro della propria agenda di governo già dal giorno del suo insediamento a Palazzo Chigi.

Fino a qualche giorno fa si sapeva ben poco del Piano Mattei. Oggi con il summit Italia-Africa abbiamo qualche elemento in più su cui riflettere, come ha spiegato a Rapporto Mondo su TeleAmbiente Lorena Stella Martini, Analista di Politica Estera di ECCO Climate, il think tank italiano sul clima.

“Si tratterà di una piattaforma aperta di cooperazione con i Paesi africani e si tratterà di un progetto che vedrà la co-partecipazione dell’Italia e dei Paesi africani. Quindi si mantiene questo carattere di co-costruzione di cui Meloni aveva parlato a lungo negli scorsi mesi. Il piano si concentrerà su cinque priorità: istruzione e formazione; agricoltura; acqua; salute ed energia”, ha spiegato la dottoressa Martini.

Il nome del Piano fa riferimento ad Enrico Mattei, storico presidente dell’ENI nel Dopoguerra. Dunque è facile intuire che il capitolo energia sarà centrale nel Piano. Ma che ruolo avranno i combustibili fossili e quanto spazio, invece, sarà dato alle fonti rinnovabili? 

“Ci aspettiamo che Oi&Gas abbia ancora un ruolo nel Piano Mattei. C’è da dire che nel summit non c’è stato nessun riferimento esplicito all’Oil&Gas ma si è parlato in generale di energia. Certo è che la presenza dell’AD di ENI in aula ci fa pensare che il settore sarà coinvolto e che nuovi partenariati energetici con Paesi africani in ambito fossile potrebbero essere stretti. D’altro canto si è parlato anche di rinnovabili in particolare per l’elettrificazione dei consumi energetici africani. Un buon passo in avanti se il partenariato andasse in questa direzione perché ricordiamolo il 40% della popolazione africana non ha accesso all’energia elettrica”, ha concluso l’esperta di ECCO Climate.

Rapporto Mondo è un programma scritto e condotto da Bianca Damato e Mario Messina che va in onda ogni mercoledì alle 21.10 su TeleAmbiente

GUARDA L’INTERVISTA INTEGRALE A LORENA STELLA MARTINI DI ECCO CLIMATE A RAPPORTO MONDO