Home Attualità Pescara, in arrivo la prima eco-spiaggia accessibile a tutti: ecco come sarà

Pescara, in arrivo la prima eco-spiaggia accessibile a tutti: ecco come sarà

In arrivo a Pescara la prima eco-spiaggia: sarà accessibile a tutti e realizzata con materiali eco-compatibili e naturali.

L’obiettivo è di inaugurarla entro due mesi, ma c’è già molta attesa a Pescara per la prima eco-spiaggia (con tanto di giardino dunale) delle città. Il progetto sarà realizzato grazie ad una donazione di 90mila euro da parte dell’azienda Fater spa e al cofinanziamento dell’amministrazione comunale abruzzese. L’obiettivo è di realizzare un modello ecosostenibile, che permetta la fruizione anche alle persone con disabilità e che possa promuovere l’educazione ambientale.

VIDEO- Entro due mesi la prima Ecospiaggia di Pescara

Il progetto è stato presentato ieri dal Comune di Pescara. In un tratto di spiaggia libera, ci saranno 7.530 metri quadrati di sabbia, un chiosco, tavolini, sedute ombreggiate, docce e servizi igienici anche per chi ha disabilità. Ma c’è anche il giardino dunale, che ospiterà piante autoctone e dove ai bagnanti verranno fornite informazioni ambientali. “Vogliamo diffondere la consapevolezza ambientale e il rispetto della natura, oltre a valorizzare quel grande patrimonio naturale che è il nostro litorale”, spiega il sindaco Carlo Masci. La struttura sarà realizzata con materiali eco-compatibili e naturali.

Bandiera blu 2021, le spiagge premiate per la qualità delle acque: nel Lazio sono 21

Antonio Fazzari, general manager di Fater spa, ha parlato dell’importanza delle tematiche ambientali: “Abbiamo sposato il progetto del Comune di Pescara per il recupero della spiaggia e supportiamo le campagne di Legambiente che promuovono il rispetto della natura e l’inclusione”. Il vicesindaco di Pescara, Gianni Santilli, ha aggiunto: “Questo progetto determinerà vantaggi per tutti, residenti e turisti, ma sarà anche un esempio di apertura sociale, senza distinzioni. La spiaggia è un bene di tutti, ma in alcuni casi questo diritto non è garantito. Il mare è un elemento vitale per la coesione della nostra comunità”.

Articolo precedenteSalvini “sia l’estate dei turisti, non dei migranti che sbarcano”
Articolo successivoIlva, slitta la sentenza del Consiglio di Stato. Il sindaco di Taranto furioso col Governo