AttualitàPoliticaRoma

Napoli, Pecoraro Scanio lancia la campagna Ecodigital: “Con Conte e Manfredi per coniugare transizione ecologica e digitale”

Condividi

“Serve un progetto Ecodigital che coniughi transizione ecologica e digitale”. Alfonso Pecoraro Scanio, sostenitore della lista Roma Ecologista, lancia a Napoli la campagna Ecodigital con Giuseppe Conte e il candidato sindaco Gaetano Manfredi.

A Napoli Alfonso Pecoraro Scanio ha lanciato la campagna Ecodigital incontrando Giuseppe Conte e il candidato sindaco Gaetano Manfredi ma anche i candidati 5 Stelle Flavia Sorrentino e Ciro Borriello e quelli Verdi Nelide Milano e Rino Nasti che hanno aderito alla campagna.

“Nel 2021 serve un progetto Ecodigital che coniughi transizione ecologica e digitale. Occorre rinnovare i movimenti ecologisti e dare un forte contenuto ambientalista alla rivoluzione digitale in atto. Satelliti e nanotecnologie ci consentono di monitorare inquinamento e cambiamento climatico ma anche di certificare le vere azioni Green rispetto al fake Green. La Blockchain ci consente di verificare ogni euro speso per le due transizioni e creare trasparenza effettiva“, ha detto Pecoraro Scanio

Questa tornata amministrativa ci consentirà di chiedere a sindaci, liste e candidati vero impegni Ecodigital.

Giuseppe Conte da premier ha ottenuto le risorse per le due transizioni e nel rilancio del M5S ha puntato su ecologia e Innovazione. L’ex ministro della ricerca e dell’ università e già rettore Gaetano Manfredi ha tutte le caratteristiche di un sindaco davvero innovativo.

Ecologisti storici come Angelo Consoli direttore dell’ ufficio europeo di Jeremy Rifkin e esperti internazionali del digital come Jacopo Mele, uno dei 30under30 Europe di Forbes lavoreranno nella verifica degli impegni presi verso un Green Deal Ecodigital.

Hanno aderito oggi alla campagna anche i giovani ingegneri della società Ali che hanno curato la missione NASA che il 29 Agosto ha portato nello spazio l’esperimento contro l’osteoporosi e presentato un progetto contro i rifiuti nello spazio .

(Visited 45 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago