Roma

REGIONE LAZIO, VIA LIBERA IN COMMISSIONE A SETTE DIRETTORI DI PARCHI REGIONALI

Condividi

Parchi regionali. Via Libera della Commissione Agricoltura e Ambiente del Consiglio regionale del Lazio, presieduta da Valerio Novelli, a sette decreti di nomina relativi ai nuovi presidenti di parchi e riserve naturali della Regione.

Le nomine che hanno incassato il parere favorevole a maggioranza della Commissione sono:
– Presidente Parco naturale regionale Monti Ausoni e Lago di fondi: Bruno Marucci;
– Presidente Parco naturale regionale di Bracciano-Martignano: Vittorio Lorenzetti;
– Presidente Parco naturale regionale dei Monti Simbruini: Enrico Panzini;
– Presidente Parco regionale dell’Appia Antica: Mario Tozzi;

– Presidente Riserva naturale regionale Nazzano Tevere Farfa: Dario Esposito;
– Presidente Parco naturale regionale dei Monti Aurunci, Marco delle Cese;
– Presidente Parco naturale regionale dei Castelli Romani, Gianluigi Peduto.

Parere contrario della Commissione invece, per i decreti riguardanti i nuovi vertici degli enti regionali ‘Roma Natura’ e ‘Monti Cimini – Riserva naturale del lago di Vico’.

Passa poi all’unanimità, lo schema sull’ampliamento del monumento naturale ‘Superfici calcaree con impronte di dinosauri presso il sito denominato ex Cava Petrianni’ e la sua ridenominazione in: ‘Fosso Brivolco e superfici calcaree con impronte di dinosauri’.

“Oggi abbiamo assistito allo psicodramma della ‘diversamente maggioranza’ di Zingaretti, che in Commissione Agricoltura e Ambiente ha abbandonato i lavori proprio durante la votazione sulle nomine dei Presidenti dei Parchi e dell’ente Roma Natura, frutto di un decreto dello stesso Zingaretti” – ha scritto in una nota il Presidente della Commissione e consigliere del Movimento 5 stelle, Valerio Novelli, per il quale “l’assenza dei membri della maggioranza, non ha pregiudicato il numero legale e per questo la Commissione si è comunque svolta esprimendosi in merito a due decreti”.

“Per il presidente di Roma Natura e Monti Cimini – ha aggiunto poi Novelli – è passato il parere negativo per tre voti a due, grazie anche al Movimento 5 stelle. Per la seconda nomina invece, il rientro tempestivo dei consiglieri ‘dispersi’ ha permesso alla maggioranza di esprimere voto favorevole”.

“Nel mese di agosto – ricorda infine il consigliere 5 stelle – ho più volte spronato il governatore a ritirare queste nomine che ho definito senza indugi ‘sotto l’ombrellone’: non per un veto sulle persone ma per avviare un processo di condivisione all’interno della Commissione stessa. Il presidente della Regione, probabilmente troppo impegnato nella corsa a segretario del Pd, ha ignorato le mie perplessità e così si è arrivati alla votazione in Commissione”.

“L’incidente in Commissione di stamattina – conclude Novelli – è’ sicuramente un segnale politico importante sulla tenuta di questa ‘diversamente maggioranza’, appesa ad un filo di voti non sempre sicuri”.

(Visited 162 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago