Giornata europea dei parchi, Cannata: “Iniziativa per interagire con scuole e opinione pubblica”

“Festeggeremo questa iniziativa con un seminario sulle foreste vetuste, riconosciute come patrimonio mondiale Unesco”, Giovanni Cannata, presidente Parco Nazionale D’Abruzzo, Lazio e Molise.

Oggi, mercoledì 24 maggio, come ogni anno si celebra la Giornata Europea dei Parchi. Lo slogan di questa edizione è “Costruire sulle nostre radici”, per promuovere la riflessione sulla responsabilità che i parchi hanno per la conservazione del patrimonio naturale e culturale per le generazioni future.

Un’iniziativa della Federazione Europea dei Parchi (EUROPARC) per ricordare il giorno in cui, nel 1909, venne istituito in Svezia il primo parco nazionale in Europa.

Giovanni Cannata, presidente del Parco Nazionale D’Abruzzo, Lazio e Molise, ha spiegato a TeleAmbiente l’impegno e gli obiettivi del parco.

Le iniziative in questa giornata devono interloquire, in particolare, col mondo della cultura, della scuola e anche col mondo dell’informazione. A riguardo, infatti, a settembre l’ordine dei giornalisti di Lazio, Abruzzo e Molise insieme arricchiranno il codice di comportamento dei giornalisti per ragionare meglio su determinati temi, di come si parla della natura e della biodiversità, anche perché, detto tra noi, qualche fake news ogni tanto circola nella rete“, afferma Giovanni Cannata.

E aggiunge: “Noi festeggeremo questa iniziativa con un seminario sulle foreste vetuste, riconosciute come patrimonio mondiale Unesco. Si tratta di habitat che hanno una specificità particolare. La foresta vetusta è una fabbrica ambientale, un laboratorio dove agiscono tutte le componenti dell’ecosistema. Dobbiamo fare in modo che questo faccia parte del patrimonio di conoscenza delle scuole, ma non solo. Questo è il nostro impegno.”