Home Breaking News Papa Francesco, domani le dimissioni e il ritorno in Vaticano

Papa Francesco, domani le dimissioni e il ritorno in Vaticano

papa francesco dimissioni gemelli

Papa Bergoglio spinge per tornare il prima possibile a Santa Marta, i medici continuano a seguirlo ma le condizioni di salute sono nettamente migliorate.

Papa Francesco continua a migliorare, dopo aver trascorso la seconda notte ricoverato al Policlinico Gemelli, e tornerà domani nella sua residenza a Santa Marta. Il Pontefice, 86 anni, continua ad essere monitorato costantemente e sottoposto a terapie per la bronchite causatagli da un’infezione respiratoria. Le condizioni sono in netto miglioramento e i medici hanno deciso di dimetterlo nella giornata di domani, se gli ultimi esami confermeranno la progressiva guarigione.

Papa Francesco, domani il ritorno in Vaticano

Il rientro di Papa Francesco è previsto domani all’esito dei risultati degli ultimi accertamenti di questa mattina. La giornata di ieri è trascorsa bene, con un normale decorso clinico” – ha spiegato Matteo Bruni, direttore della sala stampa vaticana – “In serata Papa Francesco ha cenato, mangiato la pizza, insieme a chi lo assiste in questi giorni di degenza ospedaliera: i medici, gli infermieri, gli assistenti e il personale della Gendarmeria. Questa mattina dopo aver fatto colazione, ha letto alcuni quotidiani ed ha ripreso il lavoro“.

Papa Francesco, condizioni in miglioramento

Una cosa è certa: Papa Francesco spinge per tornare in Vaticano il prima possibile e partecipare così ai riti pasquali, ma saranno i medici del Gemelli e della Santa Sede a decidere il momento giusto per le dimissioni. Al Pontefice è stata somministrata “una terapia antibiotica su base infusionale che ha prodotto gli effetti attesi con un netto miglioramento dello stato di salute“.

Papa Francesco, quando lascerà il Gemelli? 

In attesa di comunicati ufficiali dalla sala stampa della Santa Sede, le informazioni in arrivo del Vaticano al momento appaiono vaghe e anche un po’ contraddittorie. Il cardinale Giovanni Battista Re, decano del Collegio cardinalizio, ha infatti spiegato all’Adnkronos: “In base alle informazioni che ho, uscirà domani dal Gemelli. Le celebrazioni e le incombenze all’altare saranno comunque fatte da un cardinale celebrante. Il cardinal Sandri celebrerà la domenica delle Palme, io la domenica di Pasqua. Il Papa ci sarà per l’Urbi et Orbi, leggerà il messaggio e presiederà tutti i riti“.
Meno certo, invece, il cardinale Matteo Maria Zuppi, presidente della C.E.I., che ha spiegato: “Non so se sarà dimesso già domani, ma sicuramente Papa Francesco tornerà in Vaticano nei prossimi giorni“.