AttualitàInquinamento

Palloncini a Capodanno? Costa: “Non fatelo! Inquinano come i fuochi d’artificio”

Condividi

I palloncini sono al terzo posto tra i rifiuti più pericolosi per gli animali. L’iniziativa social per questo Capodanno 2020 di lanciarli in aria a sostegno degli operatori sanitari al posto dei soliti fuochi d’artificio non è, anche questa, una buona idea per l’ambiente. Vi spieghiamo il perché.

Sui social in questi giorni sta circolando un’iniziativa che consiglia di evitare di sparare fuochi d’artificio a Capodanno sostituendoli invece con palloncini bianchi da lanciare in cielo. Una buona idea? Per niente.

Sembrerebbe una proposta rispettosa degli animali che da sempre soffrono la notte di Capodanno per via dei botti, ma che di fatto costituisce un pericolo grave per la salute del mare e dell’ambiente.

Capodanno, il lockdown non ferma i botti! I consigli dell’Enpa per proteggere i nostri animali

Come ribadito più volte attraverso la nostra campagna Per il mare non è una festa, i palloncini lanciati in aria ritornano giù sotto forma di rifiuti di plastica, disperdendosi nell’ambiente e trasformandosi in una minaccia letale per gli animali che finiscono intrappolati nei loro fili o ingeriscono pezzi di palloncino scambiandoli per cibo“, afferma l’associazione Marevivo.

Arriva anche l’appello del Ministro Sergio Costa che sui social invita esplicitamente a diffidare dell’iniziativa ricordando la pericolosità per animali ed ecosistemi dei palloncini: “Sta girando una catena che invita i cittadini a lanciare in aria palloncini colorati, per quanto possa sembrare un’iniziativa bella e lodevole, vi chiedo di NON farlo. I palloncini, una volta in aria, scompaiono dalla nostra vista, il gioco finisce ma quei palloncini non si dissolvono nel nulla, continuano a volare, poi scendono e finiscono nell’ambiente o nei mari diventando una trappola di morte per molti animali. Stessa cosa per i fuochi di artificio, oltre a essere vietati in molte città, sono un’enorme fonte d’inquinamento e possono terrorizzare tanti animali, sia in aria che in terra. Rendiamoci conto che non esistiamo solo noi umani in questo pianeta e dobbiamo avere rispetto per tutti. Possiamo festeggiare e divertirci lo stesso, io lo faccio da tantissimi anni e possiamo farlo tutti”.

Palloncini in volo, scattano i divieti

Uno studio della University of Tasmania li mette al terzo posto tra i rifiuti più pericolosi per foche, tartarughe e uccelli marini. Un dato che rende bene l’idea di quanto questi oggetti, per molti innocui, siano invece tra gli inquinanti più letali del Pianeta: tra i tre rifiuti più pericolosi per foche, tartarughe e uccelli marini.

Il latex usato per i palloncini ha solitamente  agenti chimici e plastici che impediscono a questo di degradarsi naturalmente: possono impiegarci una settimana, un mese o perfino un anno ma hanno bisogno di tempo e questo crea una minaccia per l’ambiente e gli animali.

Accogliamo il 2021 con un impegno per il pianeta, partiamo con il piede giusto!

(Visited 199 times, 3 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago