Italpress

Pagliara “Città e tecnologia due grandi alleati dello sport”

Condividi

ROMA (ITALPRESS) – “E’ una nuova scommessa a cui tengo. Ed è un’idea a cui stiamo lavorando in sinergia con il ministero, l’Anci, il Coni, il Cip e Sport e Salute: ci siamo resi conto che lo sport in Italia, in questo momento, ha trovato due grandi alleati nelle città e nella tecnologia”. Così Fabio Pagliara, presidente di Fondazione SportCity, illustra le finalità dell’hub indipendente, apartitico e no profit nato con l’intento di promuovere, diffondere e supportare la cultura sportiva in Italia. “Le città stanno prendendo un assetto urbano diverso e stanno cambiando assieme alle esigenze dei cittadini, che cercano il benessere – spiega l’ex segretario generale di Fidal e Fih in un forum nella sede romana dell’Italpress – Era un’idea nata prima della pandemia di Covid-19 e che ora è anche più forte. Prima di questo dramma che stiamo vivendo non era inusuale vedere i parchi e i lungomare così pieni di persone, con la trasformazione delle città in palestre a cielo aperto. L’esigenza di fare sport all’aria aperta, di stare bene e renderlo per tutti è la svolta”. Secondo Pagliara, rappresentante di una cordata che nel gennaio del 2020 ha rilevato il Calcio Catania, la Fondazione nasce “principalmente per la possibilità di affiancare gli enti e le amministrazioni in tre processi: quello culturale, di formazione e della ricerca di un benessere passa attraverso la capacità dello sport di essere decisivo per la salute. Vogliamo, in questo senso, fare una rivoluzione dolce e sorridente”.
(ITALPRESS).

(Visited 10 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago