Scienza e Tecnologia

“PADRINI FONDATORI” DI LILLO E TRAVAGLIO

Condividi

Padrini fondatori. Marco Travaglio (direttore de Il Fatto Quotidiano )e Marco Lillo (vicedirettore), presentano il loro nuovo libro,”Padrini Fondatori”, la storia completa della Trattativa Stato-Mafia.

L’idea dei due giornalisti è quella di raccontare per la prima volta in maniera esaustiva e cronologicamente corretta  della “sentenza che battezzò col sangue la Seconda Repubblica”. Come spiega Lillo  “è una storia che non sfigura davanti alle serie tv come Narcos o alle fiction più famose. C’è la politica, ci sono le stragi, ci sono degli eroi come nessuno altro ha mai avuto, come Paolo Borsellino e Giovanni Falcone…però nessuno vuole raccontarla”.

“Quella del 20 aprile 2018”, continua Lillo “è una sentenza storica, un fondamentale passo in avanti nel processo di Norimberga allo Stato italiano. Che riscrive il finale della Prima Repubblica e l’inizio della Seconda. Leggendo questo libro, vedrete sfilare sotto i vostri occhi fotogramma dopo fotogramma l’intero film dell’orrore di quella stagione e quelle verità indicibili, che tutti nei palazzi del potere conoscevano da anni ma nessuno osava ammettere. Perché ricordare come andarono le cose un quarto di secolo fa è fondamentale per orientarsi nelle vicende politiche più attuali, che vedono l’Italia – oggi come allora – in bilico fra speranze di cambiamento e minacce di restaurazione.”

“L’idea di questo libro”conclude Marco Travaglio “è chiedersi perché di questa trattativa non se ne parla quasi mai nei tg,come tutti se ne siano dimenticati nonostante sia l’unico processo nella storia italiana in cui alla stessa sbarra si trovarono sia uomini di mafia che uomini di stato”.

(Visited 214 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago