Padel e Salute, si è conclusa la terza edizione dell’evento su sport e medicina

139
0

Si è conclusa la terza edizione di Padel e Salute 2022 che si è svolta il 18 e il 19 giugno presso il ‘Circolo della Sapienza Tor di Quinto’ a Roma.

La manifestazione è dedicata alla prevenzione medica unita allo sport, scegliendo il Padel, un’attività che si può praticare a tutte le età, proprio come la prevenzione.

La prevenzione è la medicina più efficace

La prevenzione è la medicina più efficace, come sottolinea il claim che da diversi anni accompagna le attività dell’Associazione Culturale “Capire per Prevenire” presieduta dal Prof. Stefano Arcieri chirurgo generale di Sapienza Università di Roma -Azienda Ospedaliero- Universitaria Policlinico Umberto I, che nell’occasione dichiara: “sono stati due giorni per promuovere la prevenzione medica mediante visite gratuite rivolte a tutti i cittadini per un consulto specialistico su diverse patologie. Sono state effettuate 1000 visite mediche e oltre 600 visitatori hanno assistito ai tornei di padel e partecipato alla serata conclusiva di sabato sera”.

Ai tornei ha partecipato anche il dott. Fabrizio d’Alba, Direttore Generale del Policlinico, che visitando la tensostruttura di 400mq allestita con 12 hub dedicati alle relative patologie, Chirurgia Generale, Dermatologia, Senologia, Odontostomatologia, Endocrinologia e Andrologia, Cardiologia, Fisiatria, Otorinolaringoiatria, Proctologia, Pediatria, Nutrizione Clinica e Urologia, ha dichiarato: “Il mio ringraziamento va ai miei professionisti che con abnegazione in questi due giorni hanno accolto mille persone, dimostrando quella disponibilità verso la cittadinanza che non sempre ci viene riconosciuta. Vorrei che eventi come questi ridessero ai cittadini la certezza che la sanità pubblica, le grandi strutture ospedaliere e l’università ci sono”. Presente anche la prorettrice per lo Sport di Sapienza Università di Roma, Prof.ssa Cristina Limatola, che dichiara: “In giornate così, il servizio sanitario nazionale evidenzia la sua disponibilità a soddisfare le esigenze del cittadino. C’è bisogno di aprire sempre di più le porte degli ambulatori alla popolazione”.

Articolo precedenteAgricoltura, ecco la guida completa sulle agevolazioni per imprenditori e professionisti
Articolo successivoGoverno italiano alla sbarra per inazione climatica. Primo confronto in aula