Roma

Ostia, avvistato un branco di delfini e un cucciolo al largo del litorale. IMMAGINI

Condividi

Ostia. Una decina di esemplari di delfini, tra cui anche una coppia con tanto di cucciolo, sono stati avvistati dalla Oceanomare Delphis Onlus al largo di Ostia, più precisamente all’interno dell’Area Protetta alle secche di Tor Paterno. Ecco le bellissimi immagini.

Si dice che le rondini portino la primavera,almeno così è in tutta Italia. Chi è romano sa che in questi giorni le temperature che si alzano al massimo portano i gabbiani dall’entroterra, però è anche vero che col clima mite una gita al mare non dispiace a nessuno. Chi poi ha approfittato del weekend per andare a Ostia ha goduto anche della vista dei primi delfini della stagione. Una decina di esemplari,tra cui anche una coppia con tanto di cucciolo sono stati avvistata dalla Oceanomare Delphis Onlus al largo di Ostia,più precisamente all’interno dell’Area Protetta alle secche di Tor Paterno.

Animali, a Ostia la Feedog è lunga la metà, 150 metri di spiaggia libera per cani

Santuario Pelagos, Guardia Costiera e Istituto Tethys per proteggere i mammiferi marini

Come scritto nel post della pagina Facebook della  Oceanomare Delphis Onlus: “Dati fotografici e acustici sono stati raccolti per il proseguimento dello studio e della conservazione di questa specie nel Tirreno. L’ultimo avvistamento di cuccioli si era verificato lo scorso luglio, quando l’associazione aveva fotografato un gruppo di piccoli alle prese con le prime lezioni di caccia impartite dai genitori al largo di Ostia“.

Cetacei, fai attenzione! 2.0 Al via la campagna per la salvaguardia di balene e delfini nel Mediterraneo

Questo gruppo invece probabilmente si stava spostando verso Nord, alla ricerca di acque più fresche, e magari ha approfittato della giornata per un salutino al volo, scaldando i nostri cuori ben più dei 25 gradi del weekend.

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago