Cultura

OSCAR 2018, MIGLIOR REGIA GUILLERMO DEL TORO. GARY OLDMAN TRIONFA COME DA PRONOSTICI. TUTTI I VINCITORI

Condividi

Oscar 2018.  Quattro statuette per Guillermo del Toro. Trionfo per The Shape of Water. Gary Oldman premiato per la sua straordinaria interpretazione di Winston Churchill nel film “L’ora più buia”. Tutti i vincitori della 90esima edizione degli Oscar.

The Shape of Water (La forma dell’acqua)  con 13 nomination si è aggiudicato 4 statuette: miglior film, miglior regia, miglior sceneggiatura e miglior colonna sonora originale. Guillermo del Toro commosso dedica il premio ai giovani perché credano che con il fantasy si può raccontare la realtà.

Il maestro americano James Ivory conquista il suo primo Oscar per il suo adattamento dal romanzo di André Aciman di Chiamami col tuo nome di Luca Guadagnino. Delle quattro nomination, il premio per la miglior sceneggiatura non originale era sicuramente quello più probabile per il film di Guadagnino.

Il miglior attore protagonista è Gary Oldman, come da pronostici, grazie alla sua straordinaria interpretazione in “L’ora più buia” nel ruolo di Winston Churchill. “Ho vissuto negli Stati Uniti per molto tempo e devo ringraziare per le amicizie, la famiglia, la casa e ora un Oscar che questo paese mi ha dato“, queste le parole dell’attore dopo aver ricevuto il premio.

Premio migliore attrice è Frances McDormand per il film “Tre manifesti a Ebbing, Missouri”. Dopo essere salita sul palco a ritirare il premio, McDormand ha fatto il discorso più applaudito di tutta la serata: “Mettetevi comodi perché ho un po’ di cose da dire”.  Poi è rivolta a Meryl Streep dicendo: «Meryl, if you do it, everybody else will», «Se lo fai tu, lo faranno tutte». E così ha fatto alzare in piedi tutte le donne in platea candidate ad un Oscar.

Il miglior attore non protagonista è Sam Rockwell, nella sua interpretazione in “Tre manifesti a Ebbing, Missouri”. Vince per la parte del poliziotto razzista che poi si rivela completamente diverso.  Premio miglior attrice non protagonista a Allison Janney per Tonya.

Altri premi.

Icarus di Bryan Fogel e Dan Cogan ha vinto l’Oscar 2018 come miglior documentario. Miglior film straniero al cileno A Fantastic Woman di Sebastián Lelio. Il titolo di Miglior film d’animazione va a Coco di Lee Unkrich e Darla K. Anderson mentre la statuetta per il cortometraggio animato è di Glen Keane e Kobe Bryant per Dear Basketball.

(Visited 129 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago