Attualità

ON EST PRÊT, SU YOU TUBE PARTE LA CAMPAGNA SALVA-AMBIENTE

Condividi

Salva Ambiente. Parte dalla Francia la campagna di sensibilizzazione in difesa dell’ambiente.

On est prêt” (“Siamo pronti”), è il nome del movimento che prenderà il via ufficiale il 15 novembre e durerà un mese.

30 giorni in cui ciascuno degli influencer lancerà la sua sfida personale e coinvolgerà i fan della propria comunity, che a loro volta saranno chiamati ad attuare azioni a tutela del pianeta, dando il proprio contributo alla lotta al degrado ambientale e al riscaldamento globale.
Circa una sessantina di influencer, tra comici, rapper, video maker e youtuber, hanno deciso di unire le forze per raggiungere un target di popolazione giovanile, per lo più giovani tra 15 e 25 anni, a seguire comportamenti rispettosi dell’ambiente e  proteggere Madre Terra.

Tra di loro, come riporta il quotidiano ‘Le Parisien‘, c’è Norman, seguito da 11 milioni di utenti che si è impegnato a non mangiare carne per un mese.

Tre le categorie di sfide lanciate dai YouTuber: cambiare abitudini alimentari, non utilizzare più oggetti in plastica e lasciare la macchina a casa.

“Secondo noi dopo 30 giorni ci sono buone possibilità che gesti corretti diventino abitudini quotidiane che i giovani continueranno a seguire”- ha spiegato Magali Payen, organizzatrice della campagna, ideata lo scorso settembre dopo le dimissioni dell’ambientalista Nicolas Hulot dall’incarico di ministro della Transizione ecologica, personalità molto popolare in Francia.

Un’iniziativa che non riguarda solo i giovani.

Lo stesso giorno dell’annuncio della campagna pro-ambiente su YouTube, l’Agenzia nazionale di sicurezza sanitaria (Anses) ha proclamato il divieto definitivo di produzione, vendita e utilizzo dei prodotti fitosanitari a base di metam sodio.

In Francia la sostanza tossica incriminata, gia’ sospesa il mese scorso, viene utilizzata ell’agricoltura ed e’ stata ritenuta responsabile dell’intossicazione di decine di persone.

 

 

 

 

 

(Visited 151 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago