OLIO EXTRAVERGINE DI QUALITA’, ALLEATO DELLA SALUTE

L’olio extravergine d’oliva, è il vero re della tavola degli italiani.

Oltre ad essere un alimento sano e genuino con un’alta digeribilità, soprattutto se usato a crudo, ha delle importanti proprietà salutari.

Studi scientifici riconoscono che l’olio extravergine oltre a diminuire di circa il 30 % la possibilità di infarto cardiaco e la pressione arteriosa, apporta vitamine, antiossidanti, fitosteroli ed acidi grassi monoinsaturi, ai quali si deve il miglioramento dei livelli di colesterolo.

Inoltre, aiuta il fegato, regolando la funzione gastrica e diminuendo il rischio di sviluppare l’ulcera duodenale.

Fondamentale però per la produzione di un olio di qualità è la raccolta delle olive.

Gli attacchi della mosca e le condizioni climatiche hanno costretto infatti molti coltivatori ad anticipare la raccolta delle olive.

In alcuni territori, la siccità ha portato ad un’invaiatura superficiale precoce delle cultivar, che di conseguenza sono maturate prima.

Se da un lato il cambio di colore del frutto è considerato un segnale di maturazione, e quindi pronto per la raccolta, dall’altro questo stress accelera il metabolismo fenolico delle olive, accumulando polifenoli che, per la loro azione antiossidante, proteggono i tessuti dagli stress.

Da un punto di vista tradizionale la raccolta precoce non è mai stata considerata una cosa buona, dal momento che la perdita per quanto riguarda la resa è piuttosto evidente.

Bisogna però tener presente anche l’importanza dei polifenoli, che sono alla base del sapore caratteristico dell’olio. Più un olio è ricco di polifenoli più è piccante e fruttato.

Capofila quest’anno della raccolta anticipata, la Tuscia, che ha addirittura anticipato il calendario ufficiale del gran festival delle Feste dell’Olio di Oliva della Tuscia, generalmente tra novembre e dicembre,  all’ultima settimana di ottobre.

(Visited 90 times, 1 visits today)

Leggi anche

Diventa Green!