AttualitàEventi

Olimpiadi, non solo coronavirus: Tokyo 2020 a rischio disastri naturali

Condividi

Il rischio che le XXXII Olimpiadi possano essere nuovamente rimandate non riguarda solo la pandemia da Covid-19. Il Giappone è uno dei paesi più a rischio disastri naturali e sta per entrare nella stagione dei tifoni.

I rischi di un grave disastro naturale che colpisca durante le Olimpiadi in Giappone sono pochi, ma sono assolutamente reali. Il paese da anni fa i conti con terremoti, tsunami, tifoni, inondazioni ed eruzioni vulcaniche.

Le conseguenze di un disastro durante i Giochi, che iniziano venerdì, sarebbero aggravate dalla pandemia di coronavirus che ha già ritardato i Giochi di un anno. La morte di almeno 15 persone nelle frane nel sud-ovest del Giappone all’inizio di questo mese è stata un duro promemoria del pericolo.

Valanga di fango mortale in Giappone, 80 tra morti e dispersi

“La possibilità in un dato giorno di un forte terremoto è molto piccola ma non è zero”, ha detto Robert Geller, sismologo e professore emerito dell‘Università di Tokyo.

 


Situato nell’arco “Anello di fuoco” di vulcani e fosse oceaniche che circondano il bacino del Pacifico, il Giappone è responsabile di circa il 20% dei terremoti mondiali di magnitudo 6.0 o superiore. In media, subisce un terremoto ogni cinque minuti.

Nonostante i suoi sofisticati sistemi di allarme tsunami, il Giappone è stato colto in gran parte di sorpresa dal terremoto di magnitudo 8,9 e dal successivo tsunami del 2011 che ha ucciso quasi 20.000 persone e distrutto una centrale nucleare.

Fukushima, a dieci anni distanza Greenpeace “piano fallito, ancora contaminata l’85% dell’area”

“Anche se il Giappone è abbastanza ben preparato per i terremoti, gli standard di costruzione sono abbastanza buoni, ma niente è mai perfetto“, ha detto Geller.

 


Mentre i cittadini giapponesi sono ormai abituati terremoti, i visitatori stranieri potrebbero non sapere cosa fare.

Tuttavia, gli organizzatori olimpici affermano di essere preparati a tutte le eventualità.

Sostenibilità, la sfida di Tokyo 2020, un’Olimpiade tutta green

“Quando accadono queste cose, dobbiamo dire prontamente alle delegazioni e alla parte coinvolta cosa fare, quindi stiamo facendo i preparativi con l’aiuto del governo”, ha affermato Seiko Hashimoto, presidente del comitato organizzatore di Tokyo 2020.

Inoltre, il COVID-19 incombe su tutti questi preparativi, con dozzine che sono già risultate positive o si sono isolate dopo essere state designate come contatti stretti.

Un grave disastro durante le Olimpiadi e le Paralimpiadi che costringe gli sfollati a stringersi in spazi ristretti potrebbe essere devastante in termini di diffusione del COVID-19, ha avvertito Geller.

Le persone in Giappone che lavorano sulla prevenzione dei disastri sono in realtà molto preoccupate per questo. Se hai un altro disastro oltre al COVID, tutto è peggio”, ha detto.

(Visited 39 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago