Da Alghero alla conquista del mondo, la sfida dell’oleificio San Giuliano

L’oleificio San Giuliano di Alghero sul podio degli ultimi “ESAO Awards” in Spagna. L’Olio Extravergine Fruttato Cuor d’Olivo è un’eccellenza agroalimentare promossa a pieni voti.

Oltre 167mila ulivi coltivati nel rispetto dell’ambiente per produrre un olio di prima qualità. San Giuliano è una storica azienda agricola di Alghero riuscita a portare la tradizione olearia sarda in tutto il mondo. Sì, perché proprio un mese fa questo oleificio è volato in Spagna per partecipare alla sesta edizione degli ESAO Awards.

Il concorso suddiviso in sei categorie, che ha l’obiettivo di ricercare i migliori oli extravergini internazionali, si è rivelato un successo per l’oleificio San Giuliano. L’impresa sarda ha conquistato, infatti, ben due primi posti nelle categorie “Best International” e “Miglior Olio Italiano” dopo avere sbaragliato la concorrenza di oltre 190 oli di sette Paesi.

Secondo la giuria, l’Olio Extravergine Fruttato Cuor d’Olivo di San Giuliano è, dunque, un’eccellenza agroalimentare da promuovere a pieni voti.

Tra gli altri ori verdi prodotti, ci sono l’Extravergine Monocultivar Bosana e l’Extravergine Fruttato Cuor d’Olivo, entrambi inseriti nella guida “Oli d’Italia 2022” del Gambero Rosso.

Ecco la ricetta del successo di San Giuliano

Dalla raccolta all’estrazione, dalla conservazione alla distribuzione. Il controllo dell’intera filiera produttiva è la chiave del successo di San Giuliano.

L’olio extravergine di oliva dell’ultracentenaria azienda di Alghero arriva da una selezione di Cultivar di origine esclusivamente sarda e nazionale. Un’eccellenza confermata oltretutto dal sistema di tracciabilità UNI ISO 22005:2007, una delle certificazioni più ambite del comparto agroalimentare. Proprio per questo i consumatori degli oli di San Giuliano hanno la certezza di acquistare prodotti di prima qualità.

Tra gli obiettivi dell’oleificio sardo, c’è anche la promozione della cultura olearia italiana. Ed ecco perché, giorno dopo giorno, lo staff dell’oleificio garantisce professionalità, precisione e puntualità. Proprio questi valori umani, spesso considerati scontati, hanno contribuito a fare apprezzare San Giuliano in tutto il mondo.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Olio San Giuliano (@olio_san_giuliano)

Il progetto “Novolivo” di San Giuliano a tutela (anche) della biodiversità

Senza olivi non c’è futuro. San Giuliano è riuscito a fare convivere la tradizione olearia con le moderne tecniche dell’olivicoltura. Proprio per questo, a partire dal 2013, l’azienda di Alghero ha ideato il progetto “Novolivo” a tutela del pianeta Terra.

L’obiettivo è quello di continuare a piantumare nuovi oliveti nel Nord-Ovest della Sardegna, così da portare avanti una cultura millenaria, sempre nel rispetto della biodiversità isolana.

Articolo precedenteRoma, il tempio di Adriano cambia nome: da oggi diventa tempio di Vibia Sabina e Adriano
Articolo successivoPeste suina, tutta Roma zona rossa (compresa la zona a Nord del G.R.A.): tutte le ultime notizie