nutriscore ue

Europarlamentari e associazioni chiedono alla Commissione europea di rivedere il modello.

Nutriscore, arriva un appello firmato all’Unione europea per rivedere il modello attuale. Sono 23 gli eurodeputati di diversi Paesi e partiti (tra cui 9 italiani) e diverse le associazioni di categoria che chiedono alla Commissione europea di non adottare l’etichettatura nutrizionale così come intesa attualmente.

L’etichettatura dovrà essere semplice ma non semplicistica, priva di giudizi di valore, con informazioni su calorie e nutrienti per porzione” – si legge nell’appello – “Vengano presi in considerazione i criteri che guidano la scelta dei nutrienti e di altri componenti non nutritivi degli alimenti“.

La lettera è stata inviata a Frans Timmermans e Stella Kyriakides, rappresentanti della Commissione europea. Per l’Italia, oltre a 9 europarlamentari di vari partiti, la lettera è firmata anche da Confagricoltura, Federalimentare e Confederazione Italiana Agricoltori.

Articolo precedenteTermovalorizzatore di Roma, i Radicali chiedono il referendum
Articolo successivoTransgender Day of Remembrance, a Roma il ricordo delle vittime di transfobia