Nubifragi e grandinate, ancora danni al Nord

Ingenti soprattutto i danni alle coltivazioni, come denuncia Coldiretti. 

Il Nord ancora sotto assedio di nubifragi e grandine. Il maltempo, con fenomeni ancora una volta estremi, non accenna a dar tregua e la situazione dovrebbe perdurare almeno fino a domenica prossima. Piemonte, Lombardia e Veneto le Regioni più colpite: nonostante un lieve e temporaneo miglioramento, le abbondanti piogge delle ultime ore, unite a quelle dei giorni scorsi, fanno tornare l’allerta per l’esondazione di fiumi e altri corsi d’acqua. La situazione più preoccupante, al momento, riguarda i fiumi Seveso e Lambro in Lombardia, mentre in Veneto è ancora in vigore l’allerta idrogeologica e idraulica.

Intanto, si cerca di stimare i danni causati dalla grandine nelle scorse ore. Sempre tra Piemonte, Lombardia e Veneto, i paesaggi sono rimasti letteralmente imbiancati dai chicchi caduti abbondantemente, anche sulle coltivazioni. Coldiretti, pur senza stimare la perdita a livello economico, fa sapere che nelle tre Regioni sono andati distrutti i raccolti di frutta, come albiocche e ciliegie, e di cereali, come orzo, farro e mais. Inoltre, in alcuni casi, le grandinate hanno addirittura colpito, e distrutto, i tetti delle serre.