Breaking News

LE NOTIZIE DEL GIORNO IN PILLOLE

Condividi

Le notizie del giorno in pillole.

M5S: GIUDICE, ‘CAPO SCEGLIE MA MANCA DEMOCRAZIA INTERNA’
BERLUSCONI APRE AI FUORIUSCITI, ‘PRONTI AD ACCOGLIERLI’
Il capo politico del Movimento 5 Stelle puo’ decidere in modo insindacabile delle candidature, ma questa procedura e’ distante da “canoni minimi di democrazia interna”. Lo sostiene un giudice
del Tribunale Civile di Roma nell’ordinanza con la quale ha respinto il ricorso di un’attivista non ammessa alle ‘Parlamentarie’. Intanto Berlusconi apre ai fuoriusciti del M5s per il dopo elezioni. ‘Se firmano il programma, non diciamo no’. A DiMartedi’ confronto a distanza Renzi-D’Alema. Il primo torna ad escludere larghe intese. D’Alema prevede che “le elezioni non le vincera’ nessuno; decidera’ il capo dello Stato”.

INCHIESTA SU RIFIUTI IN CAMPANIA, E’ SCONTRO DE LUCA-DI MAIO
ARCHIVIATO IL CASO ROMEO. RAGGI, UN ANNO DI FANGO SU DI ME

In un video di Fanpage sulla corruzione per i rifiuti in Campania l’ex boss Perrella consegna una tangente di 50 mila euro, ma la valigetta e’ vuota. ‘Peggio della camorra’, dice Di Maio. De Luca querela e sfida: ‘Rinunci all’immunita”. A Roma archiviata l’inchiesta su Virginia Raggi per la nomina di Salvatore Romeo a capo della sua segreteria. Per il Gip “la notizia di reato e’ infondata”. Ma per la Raggi non e’ finita: a giugno il processo per la nomina di Renato Marra.

EMA: SALA RICORRE A CORTE CONTI UE, ‘SOSPETTI FONDATI’
SINDACO MILANO OTTIENE DOCUMENTI CHE PROVEREBBERO DOLO OLANDA

Il Comune di Milano ricorre alla Corte dei Conti europea contro l’assegnazione all’Olanda della sede Ema. Lo ha annunciato il sindaco, Beppe Sala, rendendo pubblici i documenti – ottenuti in
seguito alla richiesta di accesso agli atti della stessa amministrazione – che proverebbero le inadempienze di Amsterdam. “Oggi il governo olandese e’ stato costretto a rendere pubblici
gli atti che aveva secretato – ha detto Sala – da questo abbiamo capito che i nostri sospetti erano fondati”.

DIRIGENTE FN LEGATO E PICCHIATO IN STRADA A PALERMO
FU CONDANNATO PER BOTTE A MIGRANTI. SABATO COMIZIO FIORE

Il responsabile provinciale palermitano di Forza Nuova, Massimo Ursino, e’ stato legato e picchiato in strada ieri sera a Palermo da almeno sei persone a volto coperto, riportando contusioni e
una ferita alla testa. Il leader di Fn, Roberto Fiore, che sabato sara’ a Palermo per un comizio, denuncia una “campagna d’odio”. Ursino venne arrestato nel luglio 2006 per aver rapinato e picchiato due immigrati del Bangladesh nel centro di Palermo e nel 2005 era stato rinviato a giudizio con altri per lesioni aggravate da ”motivi razziali”.

PAMELA: GENITORI, QUALCOSA E’ ACCADUTO IN COMUNITA’
“NON CREDIAMO ALLA MORTE PER OVERDOSE, OSEGHALE E’ COMPLICE”

I genitori di Pamela Mastropietro, la 18enne uccisa a Macerata e ritrovata fatta a pezzi in due trolley, hanno espresso a Porta a Porta il dubbio che qualcosa sia successo all’interno della
comunita’ dove Pamela era ricoverata, un episodio che l’avrebbe costretta a fuggire. I due non credono alla tesi dell’overdose, perche’, dicono, Pamela aveva paura degli aghi. E per loro
Oseghale, anche se avesse solo guardato altri far del male alla ragazza “e’ complice”. Oggi e’ in Cassazione il ricorso contro l’inammissibilita’ della richiesta di revisione del processo a
Rudi Guede per l’omicidio di Meredith Kercher.

TENSIONE SIRIA-TURCHIA, LA BATTAGLIA PER L’ENCLAVE DI AFRIN
TRUPPE DI ASSAD IN CITTA’, ERDOGAN BOMBARDA. MOSCA, DIALOGO
E’ di almeno 250 morti e 1.000 feriti il bilancio di 48 ore di bombardamenti sul Ghuta orientale, mentre sale la tensione Siria-Turchia sull’enclave curda di Afrin. Truppe filo-Assad
sono entrate nella citta’ contro l’avanzata turca, mentre l’artiglieria di Ankara ha bombardato le aree dove transitava il convoglio delle forze vicine a Damasco. Il ministro degli Esteri
russo Serghei Lavrov invita al dialogo. La Turchia blocca ancora la nave dell’Eni da perforazione che deve raggiungere l’area prevista per le sue esplorazioni.

PRIMA STRETTA TRUMP SU ARMI, AL BANDO POTENZIATORI FUCILI.
18ENNE ARRESTATO IN FLORIDA DOPO VIDEO MINACCIOSO SU SNAPCHAT

Donald Trump vara una prima mini-stretta sulle armi da fuoco, annunciando di aver firmato una direttiva volta a vietare i cosiddetti ‘potenziatori’ dei fucili. “Ora impegno bipartisan
per rafforzare controlli” ha affermato in un tweet. Il Congresso della Florida, controllato dai repubblicani, ha respinto pero’ nelle stesse ore una mozione per mettere al bando le armi
d’assalto, nonostante le proteste di decine di studenti tra cui alcuni degli scampati alla recente sparatoria del liceo di Parkland. Intanto la polizia ha arrestato in Florida un 18enne
che aveva postato su Snapchat un video con un fucile e la scritta “Non andare a scuola”. In casa aveva un arsenale.

TERZO ORO ITALIANO A PYEONGCHANG, GOGGIA VINCE DISCESA LIBERA
CHAMPIONS: CHELSEA-BARCELLONA 1-1, BAYERN-BESIKTAS 5-0

L’azzurra Sofia Goggia ha vinto nella notte la medaglia d’oro nella discesa libera dei Giochi Olimpici di Pyeongchang. Seconda la norvegese Ragnhild Mowinckel e terza la statunitense Lindsay Vonn. E’ la terza medaglia d’oro alle Olimpiadi in Corea, che si aggiunge ad altri otto podi tra argento e bronzo. Ieri serata di Champions, con il pareggio 1-1 tra Chelsea e Barca, e il Bayern
che travolge in casa 5-0 i turchi del Besiktas avvicinandosi ai quarti di finale.

(ANSA).

(Visited 96 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago