EventiRifiutiRomaVideo

Rifiuti, “Non facciamola sporca”: il flash mob nei quartieri di Roma. Cardente: “Ecodigital e impegno civico, la capitale che ci piace”

Condividi

Oggi a Roma “NON FACCIAMOLA SPORCA! – Differenziamo responsabilmente”, il più grande flash mob diffuso mai realizzato a Roma. Cardente (Roma Ecologista):”Questa è la Roma che ci piace, quella EcoDigital sostenuta dall’entusiasmo e dall’impegno civico sempre in primo piano”. 

Alessandro Cardente incontra Leonardo Maria Ruggeri Masini, presidente di LiberaMente

Oggi la capitale ha ospitato l’iniziativa: “NON FACCIAMOLA SPORCA! Differenziamo responsabilmente”
il più grande flash mob diffuso e mai realizzato a Roma. “Ringraziamo per questo gli organizzatori ma anche tutte le cinquantasei realtà che hanno aderito a questa fantastica iniziativa“. Lo sostiene Alessandro Cardente già candidato tra i capolista di Roma Ecologista alle ultime amministrative, che aggiunge: “Iniziative d’impatto e trainanti come questa riescono a sensibilizzare e a comunicare più facilmente i principi fondamentali utili alla transizione ecologica e a quella digitale. I miei complimenti prima di tutto come cittadino a Flavio De Septis, deus ex machina di ROMA NO ROGHI TOSSICI, che è riuscito nell’intento di lanciare un appello al quale hanno risposto una moltitudine di cittadini riuniti in associazioni e comitati per i temi di raccolta differenziata, riuso, tutela dell’ambiente e del decoro”.

Roma Ecologista, Bianchi: “Siamo fieri del risultato raggiunto”. Il sostegno a Virginia Raggi: “Va tutto il nostro apprezzamento per il lavoro fatto per Roma”

Sono 49 fra comitati ed associazioni che hanno dato sfogo alla loro creatività preparando ognuno un proprio evento nel quartiere di riferimento.

Durante l’evento di oggi presso il Mercato Trionfale, Alessandro Cardente, Leonardo Maria Ruggeri Masini (presidente associazione Liberamente) e con Gianfranco Cori, responsabile dell’Ufficio Nucleo Ambiente e Decoro del comune di Roma, si è espressa la convinzione sulla necessità di rieducare ed essere rieducati affinché, alcune regole fondamentali, non ancora usuali, possano divenire protagoniste della nostra quotidianità.
Buone pratiche, un galateo necessario per rispettare il pianeta e noi stessi.

Mobilitazione per l’Asse degli Acquedotti, cittadini e associazioni richiedono la realizzazione di questo tracciato

(Visited 78 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago