Le noci hanno una storia antica che si perde nel mito. Se un tempo il loro successo veniva dalla superstizione oggi la scienza le ha incoronate ad alimento perfetto per combattere il colesterolo, mantenere la mente in salute e supportare atleti e sportivi grazie alle sue proprietà.

Acquistiamole sempre con il guscio possibilmente macchiato di scuro (segno di autenticità), quelle bianche e perfette sono state sbiancate chimicamente. Inoltre impariamo a riconoscere le differenze, in quanto di noci, ne esistono varie tipologie come: macadamia, brasiliane, pecan, fino ad arrivare alla moscata.

In questo articolo parliamo delle magnifiche e più comuni noci di Sorrento o del noce bianco, nonché definito noce comune, ma di comune come vedremo hanno ben poco.

Frutta a guscio, ecco i 10 alleati per la tua salute. Tutte le proprietà

Proprietà

Le noci sono molto caloriche, infatti, ogni cento grammi di noci contengono circa 700 kcal tra cui:
il 15 % sono proteine, circa il 70% sono i grassi, il 12 % sono glucocidi.

Andiamo a scoprire tutte le sue proprietà e i suoi benefici per la salute di corpo e mente.

  • Vitamina B1 o tiamina: è una vitamina presente in buone quantità nelle noci e indispensabile nel metabolismo energetico, regola le funzioni del sistema nervoso ma anche del cuore e del sistema muscolare;
  • Vitamina B6: regola la sintesi di serotonina, per cui previene disturbi come la depressione e l’insonnia, regola le funzioni del sistema immunitario e svolge una protezione nei confronti delle funzioni cerebrali, tanto che una carenza di tale vitamina può portare a malattie neurologiche come il Parkinson;
  • Acido folico o vitamina B9: presente in buone quantità nelle noci, è un composto essenziale per la produzione di emoglobina quindi svolge un ruolo molto importante sia durante la crescita che durante la gravidanza, evitando l’insorgenza di malformazioni fetali;
  • Vitamina E: si tratta di un prezioso antiossidante, che quindi protegge dall’azione dannosa dei radicali liberi;
  • Calcio: è fondamentale per la salute delle ossa e dei denti ma anche per il cuore e per il sistema muscolare;
  • Ferro: entra nella costituzione dell’emoglobina, una proteina che provvede a distribuire l’ossigeno ai tessuti; una sua carenza può portare ad anemia, con conseguente stanchezza, pallore e crampi muscolari;
  • Magnesio: questo minerale entra a far parte di vari processi biologici e ristabilisce l’equilibrio del sistema nervoso, abbassa la pressione arteriosa, previene le malattie cardiovascolari e stimola le funzioni del sistema muscolare;
  • Arginina: un aminoacido perfetto per chi pratica sport, le noci sono infatti un alimento molto energetico (quindi ottimo per ricaricarsi in maniera sana e leggera) e dilatano i vasi sanguigni che, portando più ossigeno e sostanze nutritive ai muscoli, migliorano le prestazioni fisiche e prevenendo la formazione di coaguli.

 

Contro il colesterolo cattivo

In vari studi, l’ottimale sinergia tra i grassi polinsaturi si è dimostrata utile nel ridurre i livelli di trigliceridi e colesterolo LDL, senza incidere significativamente sui livelli di HDL o addirittura aumentandoli leggermente. Quest’ultimo effetto è supportato anche dal buon contenuto in acidi grassi monoinsaturi ed in particolare di acido oleico, lo stesso che porta molti nutrizionisti a consigliare l’olio di oliva in sostituzione dei normali oli di semi.

 

Omega 3

Le noci sono tra le fonti più affidabili di omega 3 che abbiamo a disposizione per quanto riguarda gli alimenti di origine vegetale, insieme ai semi di lino e i semi di canapa per esempio.

Questi, oltre a contrastare gli stati infiammatori dell’organismo, regolarizzano i livelli di colesterolo e trigliceridi e aumentano la fluidità del sangue, riducendo così le aritmie e il rischio di infarto.

Una porzione di noci che apporti il giusto quantitativo di omega 3 corrisponde a 30 grammi di noci, circa 6 noci dunque.

La Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana consiglia di assumere 1 o 2 porzioni di alimenti che contengono omega 3 ogni giorno. Una porzione equivale a 1 cucchiaino di olio di semi di lino, 3 cucchiaini di semi di lino o 30 grammi di noci (circa 6 noci).

 

Elisir per la mente

Questi frutti contengono anche una discreta quota di proteine e numerosi minerali, in particolare fosforo, magnesio, zinco, calcio, potassio, ferro e rame.

Grazie a questi preziosi nutrienti, migliorano l’ossigenazione dei tessuti, hanno effetto antianemico e sono toniche del sistema nervoso. Inoltre, migliorano il funzionamento delle cellule neuronali, influenzando positivamente l’umore e rafforzando memoria e attenzione.

Superfood, i migliori 10 semi oleosi per benefici e proprietà

Ulteriori benefici

Le proprietà benefiche delle noci non si limitano solo al consumo alimentare: le foglie dell’albero del noce possono essere utilizzate in forma di decotto per rinforzare e proteggere il cuoio capelluto, e rappresentano anche una tintura “naturale”, in quanto ricche di melanina.

Dai frutti è possibile ricavare un infuso digestivo utile per trattare i principali disturbi intestinali, mentre il decotto delle foglie è efficace contro le infiammazioni genitali, le malattie della pelle e la congiuntivite.

Assumere con cautela

A causa dell’elevato potere calorico, qualora si decidesse di aumentare il consumo di noci per abbassare i valori di colesterolo e promuovere la salute cardiovascolare, è essenziale consumare questo alimento in sostituzione – e non in aggiunta – di altri alimenti, ad esempio come spezza fame al posto dei tradizionali snack ipercalorici (patatine, brioche, dolciumi vari).

Ricordiamo infatti che il grave sovrappeso e l’obesità rappresentano probabilmente i più fedeli alleati delle malattie cardiovascolari; pertanto, è fondamentale controllare il monte calorico della dieta evitando gli eccessi reiterati nel tempo.

 

Tipologia e utilizzo

Quando le noci arrivano a maturazione (il periodo di raccolta è l’autunno), il mallo si secca lasciandole cadere in terra. Prima di metterle in commercio il mallo viene eliminato, liberando la noce completa del suo guscio.

Sul mercato si possono trovare le noci fresche e quelle secche: le noci fresche sono disponibili per poche settimane mentre le noci secche sono reperibili durante tutto l’anno. Le noci sono formate da un guscio legnoso, l’endocarpo, che racchiude il seme commestibile chiamato gheriglio. I gherigli di noce sono ricoperti da una pellicina che è opportuno eliminare quando la noce è fresca, in quanto ha un sapore leggermente amaro.

Le noci, ridotte in granella o a farina, possono essere inserite in varie ricette sia dolci che salate, come biscotti e torte oppure insalate e pesti.

Dalle noci si ricava un olio che ha le stesse proprietà benefiche ed organolettiche del seme. Questo va usato a crudo e può condire diverse pietanze, per esempio insalate e verdure grigliate.

In Italia l’olio di noce è poco diffuso ma è possibile trovarlo in alcuni negozi specializzati. Una volta aperto si conserva per periodi brevi, 3-4 mesi, in quanto rischia di irrancidirsi facilmente. Per chi non lo sapesse, le foglie dell’albero del noce sono commestibili e spesso vengono usate per la stagionatura di alcuni tipi di formaggi come il pecorino.

Superfood, le 10 bacche che fanno bene alla salute

Curiosità

Secondo la teoria delle segnature di Paracelso, le noci fanno bene al cervello. Questa proprietà sarebbe sottolineata dall’aspetto del gheriglio della noce che evoca la struttura della corteccia cerebrale: questa corrispondenza definirebbe, secondo la teoria delle segnature, un legame naturale tra questi due elementi.

Il noce è sempre stato, nell’immaginario popolare, un albero legato alle streghe e agli spiriti maligni.

Durante il Medioevo si credeva infatti che i sabba (gli incontri notturni tra le streghe e il Demonio) avvenissero proprio sotto un albero di noce, per questo motivo questa pianta è rimasta indissolubilmente legata nel tempo a scaramanzie e storie fantastiche: in molte fiabe, all’interno di noci, si celano meravigliosi tesori e un tempo, in Sicilia, si credeva che una noce in tasca preservasse da sortilegi e febbre.

Articolo precedentePlastica, ragazzo vince 50mila dollari con un progetto per ripulire il mare VIDEO
Articolo successivoBalene, ancora un’altra strage alle Isole Faroe. IMMAGINI CHOCH