Il cavallo affaticato si accascia in mezzo alla strada per il caldo mentre il suo cocchiere frustandolo gli dice di alzarsi. Il video è diventato subito virale sul web.

Un cavallo da carrozza esausto per il caldo si è accasciato in strada. L’episodio è avvenuto a Hell’s Kitchen, sulla Nona Avenue e la 45esima Strada, New York. Le immagini scioccanti hanno scatenato una vere propria bufera. Nel video diffuso in rete si vede l’animale che, dopo che l’animale si accascia a terra, il cocchiere inizia a colpirlo urlando di alzarsi. I passanti indignati gli dicevano di smetterla.

Alcuni agenti della polizia hanno iniziato a bagnarlo con dell’acqua fredda per aiutarlo a riprendersi. Dopo oltre un’ora l’animale è riuscito a rialzarsi.

“Di quanti altri incidenti come questo abbiamo bisogno? – ha affermato la direttrice esecutiva di New Yorkers for Clean, Livable, and Safe Streets, Edita Birnkrant – Questo è chiaramente un abuso di animali e deve essere fermato”. Il potente sindacato dei lavoratori dei trasporti, che ha subito smentito le voci di maltrattamento”.

Stop alle botticelle in Italia

Un’estate sempre più calda, un’altra estate in cui si ripropone ripropone il problema delle botticelle. A Roma nelle città del centro le tradizionali carrozze trainate dai cavalli costituiscono una sofferenza inutile per gli animali, costretti a un enorme fatica sotto il sole e il caldo, e in mezzo al traffico e allo smog della Capitale.

In passato si è ovviato al problema vietandone la circolazione nelle ore più calde ma per le estreme temperature di questa stagione non è sufficiente.

Per fortuna all’inizio di questo mese un primo traguardo è stato raggiunto in Italia: stop alle botticelle in Italia con un primo ok alla Camera. La deputata del Pd, Patrizia Prestipino, ha infatti presentato un ordine del giorno all’interno del decreto Infrastrutture e trasporti.

Ora la parola spetta al Governo, che dovrà trasformarlo in norma. Secondo quanto previsto dall’odg, le licenze delle carrozzelle trainate da cavalli dovranno essere riconvertite in licenze taxi o trenini elettrici. Una piccola vittoria per gli animalisti che da anni si battono per i diritti dei cavalli.

Articolo precedenteArtemis I, sale l’attesa per il primo test della navicella. L’obiettivo è riportare l’essere umano sulla Luna
Articolo successivoSardegna, il maltempo mette in ginocchio l’Isola. Il video