Roma e Dintorni

Neri Marcorè all’Anfiteatro Estate di Albano Laziale. Eventi e spettacoli

Condividi

L’anfiteatro Romano ad Albano Laziale continua ad emozionare anche dopo 2000 anni di storia. Un’ estate ricca di eventi e di grandi spettacoli. L’ottava edizione ha portato ai castelli romani anche Neri Marcorè.

L’attore cantante Neri Marcorè, sempre molto vicino ai temi sociali e ambientali, ha messo in scena “Le mie canzoni altrui”, interpretando artisti nazionali e internazionali come De Andrè, Battiato, Ligabue, Blondi, Simple minds, Ivan Graziani, Branduardi.

Mostre, l’arte del riciclo. A Roma i quadri di Jane Perkins

Sul palco hanno aiutato Il cantante Fabrizio Guarino alla Chitarra,  Simone Talone alle percussioni,  Domenico Mariorenzi alla chitarra – pianoforte ed infine al violoncello e al basso Stefano Cabrera.

Non sono mancati, nello spettacolo, riferimenti politici sulle scelte dell’attuale governo riguardante l’immigrazione e il dramma del viaggio con la speranza di un futuro migliore.

Altaroma 2019, A.I. Artisanal Intelligence presenta The Shape of Water

Presenti alla manifestazione anche parte del PD dei Castelli Romani come il senatore Astorre con l’attuale compagna Francesca Sbardella, nonché consigliera del Comune di Frascati, il sindaco di Albano Laziale e l’ex sindaco di Frascati, Stefano di Tommaso.

Ostia, Seabin il cestino “mangia plastica” ripulirà le acque portuali di Roma

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago