L’anfiteatro Romano ad Albano Laziale continua ad emozionare anche dopo 2000 anni di storia. Un’ estate ricca di eventi e di grandi spettacoli. L’ottava edizione ha portato ai castelli romani anche Neri Marcorè.

L’attore cantante Neri Marcorè, sempre molto vicino ai temi sociali e ambientali, ha messo in scena “Le mie canzoni altrui”, interpretando artisti nazionali e internazionali come De Andrè, Battiato, Ligabue, Blondi, Simple minds, Ivan Graziani, Branduardi.

Mostre, l’arte del riciclo. A Roma i quadri di Jane Perkins

Sul palco hanno aiutato Il cantante Fabrizio Guarino alla Chitarra,  Simone Talone alle percussioni,  Domenico Mariorenzi alla chitarra – pianoforte ed infine al violoncello e al basso Stefano Cabrera.

Non sono mancati, nello spettacolo, riferimenti politici sulle scelte dell’attuale governo riguardante l’immigrazione e il dramma del viaggio con la speranza di un futuro migliore.

Altaroma 2019, A.I. Artisanal Intelligence presenta The Shape of Water

Presenti alla manifestazione anche parte del PD dei Castelli Romani come il senatore Astorre con l’attuale compagna Francesca Sbardella, nonché consigliera del Comune di Frascati, il sindaco di Albano Laziale e l’ex sindaco di Frascati, Stefano di Tommaso.

Ostia, Seabin il cestino “mangia plastica” ripulirà le acque portuali di Roma

Articolo precedenteAquila reale, la regina dei cieli dai grandi artigli e dal forte becco.
Articolo successivoAquila arpia, il gigante dei cieli dagli occhi di ghiaccio