Natura, l’INGV racconta i vulcani con la voce di Leo Gullotta

Natura. È la voce di Leo Gullotta a “raccontare” i vulcani ed il loro impatto sul territorio nei videoclip realizzati dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV).

Obiettivo: sensibilizzare gli abitanti delle zone maggiormente esposte al rischio vulcanico in Italia.

I 14 video, girati nell’ambito del progetto internazionale VolFILM, finanziato dalla Banca Mondiale e patrocinato dall’Associazione Internazionale di Vulcanologia e Chimica dell’Interno della Terra (IAVCEI), saranno proiettati in esclusiva a Catania, giovedì 10 ottobre 2019 a Palazzo Platamone.

Per la versione in italiano del progetto, che si aggiunge alle altre lingue tra cui l’inglese, il francese, lo spagnolo e l’indonesiano, è stata scelta una voce narrante d’eccezione, il Maestro Leo Gullotta, attore e doppiatore catanese che ha aderito al progetto a titolo gratuito.

Economia circolare, Banca Mondiale: basta incentivi al consumo di risorse naturali

Alla presenza del Sindaco di Catania Salvo Pogliese, dell’Assessore alla Cultura Barbara Mirabella, e del Dirigente Generale della Protezione Civile Siciliana Calogero Foti, il Direttore dell’Osservatorio Etneo dell’INGV (OE-INGV) Stefano Branca, rappresenterà l’importanza dell’iniziativa nella terra catanese.

Gli interventi scientifici del Direttore del Dipartimento Vulcani dell’INGV Augusto Neri e dei vulcanologi dell’Istituto Daniele Andronico e Micol Todesco saranno moderati da Silvia Mattoni, giornalista del CNR, e si alterneranno alla visione dei video esperienziali.

“L’INGV ha tra le sue missioni quella della divulgazione dei rischi e delle risorse naturali – spiega Carlo Doglioni, Presidente dell’Istituto – i vulcani sono l’espressione del respiro della Terra, sono elementi vivi della natura e ri-alimentano l’atmosfera, ma sono anche fonte di grande pericolo: conoscerli è il primo passo per difenderci. La produzione di video di grande impatto visivo è diretta a rappresentare con la forza delle immagini i vari aspetti dell’attività dei vulcani, affinché la loro bellezza diventi non solo ammirazione della forza della natura, ma stimolo a costruire una società resiliente di cittadini consapevoli”.

La barriera corallina, una delle sette meraviglie del mondo naturale.

“L’Italia – sottolinea Augusto Neri, curatore del progetto per l’INGV insieme ai colleghi Daniele Andronico e Micol Todesco – è una delle nazioni maggiormente esposte al rischio vulcanico”.

“I vulcani italiani, in particolare quelli campani, Vesuvio e Campi Flegrei – aggiungono – costituiscono un potenziale pericolo per milioni di persone e quelli siciliani, Etna e Stromboli, sono tra i più attivi al mondo. L’obiettivo del progetto è quello di favorire, a livello globale, una migliore comprensione dei fenomeni vulcanici da parte delle popolazioni esposte, in modo da accrescere la conoscenza del rischio vulcanico, soprattutto nelle aree dove tale rischio è più alto o dove manca una memoria storica degli effetti delle eruzioni”.

I videoclip in versione italiana saranno presentati nei prossimi mesi anche in altre città italiane e sono disponibili sui canali di comunicazione dell’INGV, sul canale YouTube “INGVvulcani” https://bit.ly/2pIlxnl e sulle pagine VolFilm di Vimeo.com

(Visited 19 times, 1 visits today)

Leggi anche

Call Now ButtonDiventa Green!