Natale, OIPA: “Gli animali non sono oggetti da regalare”

In occasione del Natale, la nuova Campagna dell’Organizzazione Internazionale Protezione Animali (OIPA) ha l’obiettivo di sensibilizzare i cittadini a non acquistare gli amici a quattro zampe: “Meglio adottarli in canili e gattili”.

Sì ad animali domestici adottati dai rifugi e no a pet acquistati da regalare in occasione del Natale. È il messaggio della nuova Campagna dell’Organizzazione Internazionale Protezione Animali (OIPA) per sensibilizzare i cittadini a non comprare cani e gatti. Già, perché durante le festività uomini e donne si riversano ancora in negozi specializzati o spulciano gli annunci online per scegliere l’amico a quattro zampe più bello. Eppure, canili e gattili continuano a ospitare centinaia di cuccioli in attesa di una famiglia umana. Animali che, magari regalati a Natale, sono diventati randagi a Ferragosto.

L’iniziativa di OIPA ha oltretutto l’obiettivo di contrastare il traffico illegale di cani e di gatti arrivati in Italia senza controlli veterinari. E così, dopo lunghi viaggi a bordo di furgoni, i quattro zampe vengono venduti con falsi pedigree.

Anche per questo lanciamo una Campagna di sensibilizzazione, affinché a Natale non si acquistino cuccioli ma si adottino cani e gatti ospitati nei rifugi. Gli animali non sono oggetti e, quando diventano un regalo da mettere sotto l’Albero, talvolta chi li riceve non è preparato o non sa davvero cosa implichi avere in casa un familiare con la coda. In vista del Natale lo diciamo con forza: gli animali non sono oggetti da regalare“, ha dichiarato Massimo Comparotto, Presidente di OIPA.