Gli amministratori locali lanciano un nuovo progetto politico “L’Italia in comune” .

Dopo i tentativi abortiti del’ex sindaco di Milano Pisapia di far nascere il movimento arancione ora è il momento di Alessio Pascucci, Sindaco di Cerveteri e promotore dell’evento, che ci riprova. Questa volta però sotto una stella che potrebbe essere di buon auspicio, quella impressa sulla la nostra Costituzione.

Ed è proprio la Costituzione sana la linea guida per gli oltre 400 esponenti delle amministrazioni comunali che dal 2014 lavorano per riunire le “buone pratiche” di alcuni comuni ed esportarli in altri, si vuole in questo modo evitare gli errori e le perdite di tempo e soprattutto i soldi senza poi offrire un servizio efficiente.

Il movimento s’incontrerà domenica 3 dicembre proprio per illustrare il percorso politico del movimento presso l’Opificio Romaeuropa con moltissimi esponenti della vita politica italiana come Nicola Zingaretti Presidente della Regione Lazio, Luigi De Magistris Sindaco di Napoli, Federico Pizzarotti Sindaco di Parma, Pierluigi Bersani MDP-Articolo 1, Stefano Fassina Sinistra Italiana, Massimo Artini Possibile, Carlo Marino Sindaco di Caserta, Damiano Coletta Sindaco di Latina , Alfonso Pecoraro Scanio Pres. Fondazione Univerde e tanti altri.

Articolo precedenteBITCOIN SU MONTAGNE RUSSE, CROLLA POI RISALE. STIGLITZ: VA VIETATA
Articolo successivoCHI PRODUCE I NOSTRI VESTITI?