NASA, due mini-satelliti in orbita per monitoraggio live degli uragani

Una nuova costellazione di satelliti artificiali della NASA aiuterà gli scienziati a monitorare gli uragani e i governi a organizzare evacuazioni veloci e mirate

Ai cambiamenti climatici e agli eventi meteo estremi bisogna adattarsi. Una mano, in questo senso, arriva dalla NASA che nelle scorse ore ha lanciato in orbita due piccoli satelliti dal peso di cinque chili ciascuno dalla Nuova Zelanda.

I due satelliti osserveranno dallo spazio l’evoluzione degli uragani ora per ora da un’altitudine di circa 550 chilometri, e insieme ad altri due che verranno lanciati tra due settimane, costituiranno la costellazione Tropics.

La missione consentirà di ottenere informazioni più dettagliate su precipitazioni, temperatura e umidità. Informazioni che possono essere utilizzate per migliorare le previsioni meteorologiche ma soprattutto per migliorare le risposte agli eventi estremi che a causa della crisi climatica sono sempre più frequenti.

I quattro piccoli satelliti forniranno informazioni supplementari rispetto ai grandi satelliti già in orbita e aiuteranno gli scienziati a vedere come le cose cambiano di ora in ora. In questo modo sarà possibile organizzare al meglio le evacuazioni delle zone costiere e migliorare la gestione dei soccorsi.