A Narni (TR) tanta partecipazione per la ‘Festa delle bambine e dei bambini’

Il comune dei Narni sta lavorando con Unicef Italia per ottenere l’ambizioso traguardo della certificazione ‘Città amica delle bambine e dei bambini’.

Giochiamo con i diritti: la festa delle bambine e dei bambini” è questo il titolo dell’iniziativa organizzata dal Comune di Narni, Assessorato alle Politiche sociali, in collaborazione con la rete delle associazioni locali, che si è svolta domenica 20 Novembre al Pala Avis di Narni Scalo, in provincia di Terni.

Il commento dell’assessore alle politiche sociali del Comune di Narni, Silvia Tiberti, ai microfoni di TeleAmbiente: “L’iniziativa nasce dalla celebrazione internazionale di questa giornata, per i diritti delle bambine e dei bambini. La nostra amministrazione da anni si impegna e ci tiene in modo particolare ad organizzare un evento specifico proprio per questa giornata. Un’occasione importante per l’amministrazione per ribadire ancora una volta il nostro forte impegno nei confronti delle giovani generazioni”.

Questo evento – ha sottolineato l’assessore alle politiche sociali del Comune di Narni, Silvia Tiberti – ha avuto un’organizzazione particolare perché è stato organizzato insieme a tutta la rete di associazioni che lavora in modo costante al fianco del comune per i bambini e per le bambine. Oggi abbiamo visto giochi manuali, giochi con le tempere, giochi con la terra, giochi in legno e fortunatamente c’è tanta partecipazione, sono veramente contenta di questo“.

Un ringraziamento particolare – ha concluso la Tiberti- va quindi alla rete delle associazioni che hanno collaborato e va soprattutto all’Unicef attraverso il quale stiamo portando avanti un percorso importante che ci porterà, appunto a ricevere la certificazione di ‘Città amica dei bambini e delle bambine”.

Una grande festa per tutti, da 0 a 99 anni, ricca di giochi. Con tanti bambini, genitori, famiglie, si è tornato un po’ indietro nel tempo.

Le dichiarazioni di Mariacristina Angeli, presidente Ass.Minerva minervAArte e coordinatrice della manifestazione: “C’era proprio bisogno di questa giornata dopo questi mesi di confinamento e di gioco in solitudine, questa giornata di gioco, tutti insieme, è quello che serviva ai bambini, ma anche ai genitori. Le famiglie hanno apprezzato molto e le associazioni hanno partecipato come sempre aderendo con piacere a questa giornata. Una giornata importante, la giornata internazionale dei diritti. Il Comune di Narni come sempre è attento ai diritti in generale e ai diritti dei bambini”.

“Ci sono nove passi – ha ricordato la Angeli – per diventare ‘Città amica dei bambini e delle bambine’ ed il Comune di Narni ne ha già fatti diversi. Le associazioni coinvolte, che ringrazio, sono state tantissime ed hanno lavorato proprio sul tema dei diritti, organizzando attività dedicate”.

Di seguito l’elenco completo dei partners:
Nidi Comunali L’Ape Maia e Il Grillo Parlante, Associazione Minerva MinervArte, Croce Rossa Italiana, ASD Avis, Gruppo Comunale Volontari di Protezione Civile Claudio Baroni, Acli Il Ponte, Associazione culturale Luceombra, Coop. Sociale CIPSS, ASP Beata Lucia, Circolo Arci Testaccio, Arciragazzi Narni, Arci Terni, Associazione World, Associazione Ancescao, AGE Associazione Genitori, Associazione Vigili del Fuoco del corpo nazionale, APAV, Associazione I Pagliacci, Associazione turistica Pro Montoro, Iogiocovunque.

Articolo precedenteSardegna, comincia la conta dei danni dopo l’ondata di maltempo
Articolo successivoProspettive Vegetali: “L’Albero di Natale a San Pietro? Diseducativo”