Napoli, a Posillipo il mare si tinge di verde “tossico”

Mare. A Posillipo, il mare si è tinto di verde all’improvviso. La denuncia arriva da Borrelli dei Verdi e Gaudini del Sole che Ride. Allertate l’Arpac, le Forze dell’ ordine e la Capitaneria di porto. Forte il sospetto di sversamento tossico, si tratterebbe del secondo caso a Napoli dall’inizio dell’anno. Intanto il Comitato dei residenti si è attivato per ripulire la spiaggia. Il 4 maggio sarà la volta dei fondali.

Il mare di Posillipo, noto quartiere di Napoli per bellezza ed eleganza, si è colorato di un insolito verde. E’ accaduto nella spiaggia di Riva Fiorita. Mentre il mondo celebrava la Giornata mondiale dell’acqua, le acque di uno dei posti più incantevoli del Belpaese subivano un’ulteriore contaminazione.

Parco Vesuvio, 35 nuove telecamere contro sversamento rifiuti e roghi

Rifiuti in mare, smaltirli senza costi per i pescatori. La petizione su change.org

La denuncia dell’accaduto è arrivata dal consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, e dal consigliere comunale del Sole che Ride, Marco Gaudini. “Ci è stata segnalata l’immissione di un liquido verde nello specchio d’acqua di Riva Fiorita, a Posillipo. L’acqua del mare ha cambiato improvvisamente colore. Sospettiamo che possa trattarsi di uno sversamento tossico. Siamo particolarmente preoccupati per la fauna marina che potrebbe essere danneggiata dal composto”.

Ceccano, schiuma bianca sul fiume Sacco. costa: “chi inquina pagherà”

Veleni nelle acque, controlli in quattro regioni. 63 persone denunciate e 5 mln di euro di sequestri

Il sospetto è quello di un possibile sversamento illecito, dunque. Sospetto alimentato dal precedente di gennaio, avvenuto nel porticciolo di Mergellina. Lì il mare si era fatto bianco, a causa di un composto chimico, contenente polvere di marmo, che una ditta di autospurgo aveva gettato in un tombino.

Borrelli e Gaudini hanno sollecitato l’Arpac, l’ Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale, ad intervenire per campionare il liquido e valutarne l’eventuale tossicità. “La situazione è stata evidenziata anche alle forze dell’ordine e alla Capitaneria di Porto” , hanno affermato, perché:  “gli autori di questo scempio, qualora si profilino delle responsabilità di qualsiasi tipo, dovranno essere puniti con la massima severità”.

Rifiuti, spopola sui social la Trash Challenge che invita i giovani a ripulire il mondo

Marine litter, ogni minuto un camion di rifiuti finisce nel mare

Intanto,  dei volontari del Comitato dei residenti  di Riva Fiorita si sono rimboccati le maniche per ripulire la spiaggia di Riva Fiorita. Recuperati rifiuti di ogni genere: reti da pesca, plastica, anche una boa di ferro con la base in legno e tantissimi “cimeli”.

Alle operazioni di pulizia hanno partecipato anche Borrelli, Guadini e Gianni Caselli, consigliere comunale della I Municipalità, i quali hanno annunciato una nuova iniziativa: “Il prossimo 4 maggio si procederà alla pulizia dei fondali“, invitando “tutti coloro che amano il mare a partecipare”.

(Visited 167 times, 1 visits today)

Leggi anche

Call Now ButtonDiventa Green!