Con un’estensione di 3.700 metri quadrati, sarà in grado di produrre ogni anno 825mila KWh. 

All’Ospedale del Mare di Napoli è stato installato un impianto fotovoltaico di enormi dimensioni: con un’estensione di 3.700 metri quadrati, sarà in grado di produrre ogni anno 825mila KWh. Il nuovo impianto va ad integrare una struttura progettata per la massima efficienza energetica, a cominciare dal sistema di cogenerazione che produce un terzo del fabbisogno dell’ospedale, dalle facciate ventilate e dagli infissi in alluminio anodizzato a taglio termico con vetrocamera ad elevate prestazioni termiche, fino ai corpi illuminanti interni ed esterni con tecnologia a led.

Ci consentirà di risparmiare 230 mila euro l’anno di costi energetici, riducendo anche l’impatto ambientale. Avevamo preso questa decisione ben prima della crisi energetica, consapevoli già allora di dover guardare a una sanità tecnologica ma sostenibile” – ha spiegato Ciro Verdoliva, direttore della Asl Napoli 1 Centro – “Questo nuovo impianto fotovoltaico è un ulteriore tassello di una struttura assolutamente green. L’energia prodotta dal nuovo impianto equivale al fabbisogno energetico medio di 275 famiglie“.

Mascherine al chiuso, Sileri: “Auspicabilmente via dal prossimo mese”

Notevoli anche i benefici per l’ambiente: le emissioni di CO2 nell’atmosfera si ridurranno ogni anno di 365 tonnellate. “Stimando una vita media dell’impianto fotovoltaico di 25 anni, riusciremo a ridurre la CO2 emessa di altre 9.100 tonnellate“, ha spiegato Ciro Verdoliva. L’impianto, già attivo da lunedì scorso, potrebbe essere ulteriormente ampliato, ma si considera di installarne di nuovi anche in altri ospedali di Napoli.

Articolo precedenteMascherine al chiuso, Sileri: “Auspicabilmente via dal prossimo mese”
Articolo successivoSalmonella nel cioccolato Kinder, 150 casi in tutta Europa. Scoperto il motivo