Napoli, ecco l'eco-murales più grande del Sud

Realizzato dallo street-artist Zed1, in collaborazione con Yourban2030.

Inaugurato a Napoli il 25 marzo il più grande eco-murales del Sud Italia: a realizzarlo è stato lo street-artist Zed1, con la collaborazione di Yourban2030. Con i suoi 370 metri quadrati, questo murales, presentato a Fuorigrotta, presso la scuola secondaria Silio Italico, potrà assorbire ogni giorno lo smog di 79 veicoli.

Il nome dell’opera è UnlockTheChange, lo stesso di una campagna di comunicazione che promuove, attraverso l’arte, un cambiamento positivo in favore di modelli socioeconomici sostenibili. L’opera rappresenta una bambina che svela un nuovo mondo possibile, aprendo il portone del vecchio mondo inquinato alle nuove idee di sostenibilità e di economia positiva.

Alla presentazione anche il vicesindaco Maria Filippone. I luoghi e i tempi non sono affatto casuali. 30 anni fa, infatti, veniva approvata la legge che metteva al bando l’amianto e il quartiere di Fuorigrotta visse in prima linea i danni dell’inquinamento industriale del secolo scorso, con lo stabilimento Eternit e l’Italsider (ex Ilva).

Articolo precedenteAlberi, il nuovo deficit italiano: ne servono 227 milioni, il Pnrr ne prevede solo 6,6
Articolo successivoStudioNews, in diretta lunedì 28 marzo con la puntata “L’altro volto della Guerra”.