Cultura

NADIA TOFFA, IL SUO RITORNO ALLE IENE. SVELA A TUTTI QUELLO CHE LE E’ SUCCESSO

Condividi

Nadia Toffa. Un ritorno che ha emozionato tutti . Nadia Toffa ieri è tornata alle e ha raccontato al pubblico ciò che le è realmente capitato negli ultimi due mesi. Ma ora inizia un nuovo periodo per lei, ancora più forte e sorridente.

Non un semplice malore, ma un cancro. Ecco come apre il suo discorso, senza giri di parole ma sempre con   il sorriso, ieri sera a Le Iene . Proprio il sorriso ed il buonumore l’hanno aiutata a  vincere la propria personale battaglia. E dal 6 febbraio scorso, una data speciale, quella della fine della chemio e radioterapia. Nessuno sapeva della malattia, e lo dimostrano anche i messaggi di stupore  che giungevano via social.  “Non mi vergogno di raccontare quello che mi è successo, e non mi vergogno di dire che adesso porto una parrucca. E che questi capelli sono molto più belli dei miei”, ha spiegato Nadia.

Continua: “Prima ho fatto l’intervento, poi la chemioterapia e la radioterapia. L’intervento ha tolto interamente il tumore, ma poteva esserci una piccola cellula rimasta e quindi ho seguito i consigli del medico e ho seguito le cure previste. Ora però tutto è finito”.  L’emozione è tanta ma ora si sente benissimo, e non vuole essere trattata con delicatezza ed avere maggiori attenzioni adesso. E prega i due co conduttori, Nicola Savino e Matteo Viviani, di continuare a prenderla in giro come hanno sempre fatto.

“Su consiglio dei medici ho affrontato questa cosa mettendoci tutta la mia carica per curarmi. Tutte le mie energie erano lì, ora meritate di sapere». E ringrazia ìGabriella, la bambina di Taranto che le aveva raccontato di quanto avesse sofferto, di  quando le erano caduti i capelli dopo che si era ammalata: “Quando vedi le prime ciocche di capelli che ti rimangono in mano è un momento molto forte. Mi è venuta in mente Gabriella e se ce la fa uno scricciolo come te, allora ce la posso fare anch’io!». E conclude: “Anche a voi che mi incontrate per strada: trattatemi come sempre, anche criticandomi se lo ritenete. Non trattateci da malati, noi malati di cancro siamo dei guerrieri, dei fighi pazzeschi!”.

(Visited 178 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago