Roma

MOSTRE ROMA, APPUNTAMENTO CON L’ARTE

Condividi

Mostre Roma. Stagione di grandi mostre per la capitale. Da Picasso a Warhol, una settimana all’insegna dei grandi artisti del ‘900.

Dal 27 settembre gli storici spazi delle Terme di Diocleziano ospitano la mostra Je suis l’autre. Giacometti, Picasso e gli altri. Il Primitivismo nella scultura del Novecento dove Le opere d’arte contemporanea, tra le quali spiccano opere di artisti come Braque, Giacometti, Picasso, Mirò e Fontana, dialogano eccezionalmente con le antiche aule delle terme. La mostra raccoglie più di ottanta opere in un eccezionale percorso espositivo, diviso per aree tematiche, alla scoperta di alcuni dei maggiori artisti del Novecento, attraverso stimoli personali e ricerche artistiche che hanno spesso portato artisti a confrontarsi e a rimanere affascinati dalle arti etniche e da quel mondo esotico che alla fine del XIX secolo sembrava essere più vicino che mai. Un tipo di arte, quella etnica e popolare, in grado di comunicare con l’uomo al livello più naturale, suscitando fascino e mistero.

Info su: https://www.o-termedidiocleziano.com/

Entriamo ora nel vivo di uno dei più noti, quanto irriverenti, artisti del XX secolo; il 3 ottobre il Complesso del Vittoriano presenta Andy Warhol, la mostra, interamente dedicata al genio della Pop Art, artista in grado di segnare il mondo della moda e quello dell’arte, in tutte le sue sfaccettature. L’esposizione prende le mosse dalle origini del movimento artistico nei primi anni Sessanta, con le prime serigrafie della serie Campbell’s Soup per poi passare alle altrettanto famose serie su Elvis, sulla Coca Cola e l’iconica Marilyn per un totale di più di 170 opere.

Info su: http://www.ilvittoriano.com/index.html

Fino al 10 ottobre la mostra Terra Vita, una riflessione sui temi dell’inquinamento e del degrado ambientale, a cura di Carlo Torrisi. Info su: https://www.teleambiente.it/terra-vita-roma-carlo-torrisi-3-ottobre-2018/

(Visited 79 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago