Breaking News

MOSTRE A ROMA, MAGNUM MANIFESTO, MELA DI MAGRITTE E TUTTE LE ALTRE. APPUNTAMENTO CON L’ARTE

Condividi

Mostre a Roma. Tutti gli appuntamenti con l’arte nella capitale. Mostre all’Ara Pacis, Palazzo delle Esposizioni, Museo Carlo Bilotti. Tutte le informazioni.

Il 7 febbraio è stata inaugurata a Roma, presso il Museo dell’Ara Pacis la prima tappa europea, nonché unica italiana, della mostra Magnum Manifesto che celebra il settantesimo anniversario della famosa agenzia fotogiornalistica, la Magnum Photos, creata da Robert Capa, Henri Cartier-Bresson, George Rodger e David Seymour. Si aprono così le porte degli archivi dell’agenzia che mette a disposizione foto di reportage storici, immagini che hanno documentato alcuni degli eventi più segnanti degli ultimi cento anni. Documenti inediti appositamente selezionati dal curatore della mostra, Clément Chéroux che dimostrano le capacità dei fotografi della Magnum Photos e come arte, giornalismo e creatività si fondano nel cosiddetto “fattore Magnum”.

Per info: http://www.arapacis.it/

 

 

Da un’idea originale del MoMA Museum of Modern Art di New York, al Palazzo delle Esposizioni, nasce La mela di Magritte, un libro e una mostra-laboratorio dedicata al grande artista belga rappresentato dalla mano dell’illustratore Klaas Verplanke (autore appunto del libro La mela di Magritte). Il progetto arriva in Italia grazie alla casa editrice Fatatrac-Edizioni del Borgo; questo tipo di eventi non è infatti una novità al Palazzo delle Esposizioni che ne ha già ospitati di simili dedicati a Matisse e Degas. Un evento dedicato al pubblico di ogni età, ironico e coinvolgente che mette in mostra schizzi e tavole originali e propone un ricco calendario di visite e laboratori per ragazzi.

Per info: https://www.palazzoesposizioni.it/

 

Infine, il 16 febbraio, verrà inaugurata al Museo Carlo Bilotti la mostra Habemus Hominem, che vede esposte le sculture del giovane artista Jago. Jago nasce a Frosinone nel 1987, a soli 24 anni viene selezionato da Vittorio Sgarbi per partecipare alla 54esima edizione della Biennale di Venezia (Roma, Palazzo Venezia) e interrompe così gli studi iniziati presso l’Accademia delle Belle Arti di Frosinone. Il successo dell’artista arriva anche dai social con più di 237.000 followers su Facebook e oltre 15.000.000 visualizzazioni ottenute dal documentario a lui dedicato, il che gli è valso l’appellativo di “social artist”. Sono esposte al Museo Carlo Bilotti alcune delle sue opere più famose, come Habemus Hominem, che da il nome alla mostra, celebre ritratto dell’ex Papa Benedetto XVI.

Per info: http://www.museocarlobilotti.it/

 

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago