“Si concretizzi l’adozione di misure immediate ed efficaci di mitigazione dei cambiamenti climatici”. Le parole di David Sassoli in uno dei suoi ultimi interventi a dicembre. E’ morto questa notte all’età di 65 anni.

 

David Sassoli ha combattuto e lavorato fino all’ultimo possibile istante, informandosi, partecipando attivamente alla causa del bene comune con curiosità e passione indomabili nonostante lo stato di salute sempre più precario, dopo la temporanea ripresa di qualche tempo fa“. Si legge in un post sulla pagina Facebook di David Sassoli, il presidente del Parlamento Europeo morto questa notte all’età di 65 anni.

Era ricoverato dal 26 dicembre per il sopraggiungere di una grave complicanza dovuta ad una disfunzione del sistema immunitario.

Sposato e padre di due figli, tifoso della Fiorentina, Sassoli viveva a Roma. E’ stato il secondo presidente italiano del Parlamento europeo dopo Antonio Tajani da quando l’assemblea di Strasburgo viene eletta a suffragio universale. Il suo incarico sarebbe scaduto a giorni. La prossima settimana la riunione plenaria dell’Europarlamento che si riunirà a Strasburgo per eleggere il suo successore.

Sui social tanti i messaggi di cordoglio.

“La scomparsa inattesa e prematura di David Sassoli mi addolora profondamente“, sono le parole del presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Scuole, Rusconi: “Studenti del Lazio pagano le scelte di De Luca in Campania”

Dolore immenso per la scomparsa di David Sassoli: un grande italiano, un grande europeo, una persona straordinaria. La sua passione politica resterà un insegnamento per tutti coloro che hanno a cuore il progresso di un’Europa più unita e più giusta“, scrive il sindaco di Roma, Roberto Gualtieri

Dolore immenso per la scomparsa di #DavidSassoli: un grande italiano, un grande europeo, una persona straordinaria. La sua passione politica resterà un insegnamento per tutti coloro che hanno a cuore il progresso di un’Europa più unita e più giusta. ▶️ https://t.co/tRMeJ3HiCe pic.twitter.com/HAyz7WJan8

— Roberto Gualtieri (@gualtierieurope) January 11, 2022

Il volto pulito della politica, la forza gentile dell’Europa, il sorriso luminoso dell’amico. Ciao #DavidSassoli, ci mancherai pic.twitter.com/irABylNxyI

— Massimo Giannini (@MassimGiannini) January 11, 2022

Roma, otto nuove isole ecologiche coi fondi del Pnrr

“Nel corso di questo mandato, il Parlamento europeo aveva delineato due priorità fondamentali. La prima, politica, consisteva nel rafforzare il ruolo di scrutinio e la partecipazione dei parlamenti degli stati membri dell’Unione per il Mediterraneo nell’importante dibattito relativo al cambiamento climatico e al drammatico impatto che questo sta avendo nella nostra regione. – sono state le parole di David Sassoli al 7° Vertice dei Presidenti dell’Assemblea Parlamentare dell’Unione per il Mediterraneo (AP-UfM) nel quadro della 16a sessione plenaria dell’AP-UfM lo scorso dicembre – Il cambiamento climatico, per lungo tempo sottostimato e trascurato, è diventato ora il centro del dibattitto politico come dimostrato dalla eccezionale partecipazione alla recente conferenza sul clima di Glasgow, il cui risultato, per quanto apprezzabile, è stato a mio avviso inferiore alle aspettative“. “Il messaggio che auspico possa partire dalla nostra Assemblea parlamentare, rivolto alle principali istituzioni europee, internazionali, ed ai governi dei partner dell’Unione del Mediterraneo, deve essere chiaro ed univoco: si concretizzi l’adozione di misure immediate ed efficaci di mitigazione dei cambiamenti climatici, e si stanzino le risorse finanziarie adeguate a questa colossale sfida“.

“Le persone prima di tutto era la tua politica, al di là degli steccati e delle appartenenze. Molte tue battaglie sono state anche le mie e lo saranno ancora”, il ricordo su Facebook dell’ex ministro dell’Ambiente Sergio Costa.

Articolo precedenteLego, i grandi capolavori della storia dell’arte ricreati con i mattoncini
Articolo successivoCarola, l’insegnante di Cagliari che ha lasciato il lavoro per andare a pulire il Mediterraneo