AttualitàCultura

Morta Raffaella Carrà, aveva 78 anni. Japino: “Ora è in un mondo migliore”

Condividi

Addio a Raffaella Carrà. La leggenda della televisione italiana è morta oggi pomeriggio, all’età di 78 anni.

Addio a Raffaella Carrà. La leggenda delle televisione italiana è morta oggi pomeriggio, all’età di 78 anni, dopo una malattia che l’aveva colpita recentemente. L’annuncio è stato dato dal marito, Sergio Japino: “Raffaella ci ha lasciati. È andata in un mondo migliore, dove la sua umanità, la sua inconfondibile risata e il suo straordinario talento risplenderanno per sempre“.

Artista poliedrica, che ha saputo spaziare con naturalezza dal mondo musicale a quello della danza, Raffaella Carrà era poi diventata un’istituzione della televisione italiana. La showgirl, vero nome Raffaella Maria Roberta Pelloni, era diventata una star mondiale, conquistando fama e ammirazione anche all’estero. Tra i suoi programmi di maggior successo, ‘Pronto, Raffaella?’, ‘Fantastico’, ‘Carramba che sorpresa’, oltre alla conduzione dell’edizione 2001 del Festival di Sanremo.

Raffaella Carrà lascia in eredità anche una produzione discografica fatta di singoli di grandissimo successo, che hanno contribuito non poco alla conoscenza della lingua e della cultura italiana nel mondo.

(Visited 64 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago