Foreste sottomarine, gli scienziati: “Estese quanto l’Amazzonia”. Il video

A questa conclusione è arrivato un team di ricercatori australiani. Le foreste sottomarine del pianeta Blu coprono una superficie tra i 6 e i 7,2 milioni di chilometri quadrati. 

Anche se non le vediamo, le foreste sottomarine del mondo ricoprono un’area simile a quella dell’Amazzonia. A descrivere i polmoni del pianeta Blu è stato un team di scienziati australiani sulle pagine della rivista “The Conversation“. I ricercatori hanno incrociato i dati raccolti sugli archivi digitali di Citizen Science, cioè la “Scienza dei cittadini“, per calcolare l’estensione dei boschi degli abissi.

E così, tra alghe verdi, brune e rosse ancorate a substrati rocciosi, gli esperti hanno stimato che le foreste sottomarine ricoprono una superficie tra i 6 e i 7,2 milioni di chilometri quadrati, cioè un territorio pari all’intera Amazzonia o a due volte l’India.

I polmoni dell’Oceano, preziosi alleati dell’uomo per contrastare i cambiamenti climatici, si trovano soprattutto vicino alle Americhe, all’Africa e all’Australia.

Abbiamo osservato perfino che le foreste oceaniche sono anche più produttive di molte colture intensamente coltivate, come grano, riso e mais. La produttività era più alta nelle regioni temperate, che di solito sono bagnate da acque fresche e ricche di sostanze nutritive. Ogni anno, in media, le foreste oceaniche in queste regioni producono da 2 a 11 volte più biomassa per area rispetto a queste colture“, hanno concluso i ricercatori.

Previous articleA Perugia va in scena EuFest, il festival europeo degli sport tradizionali
Next articleConte replica a Letta: “Si prenda le responsabilità. Dialogo col Pd? Vedremo la nuova agenda”