Riciclo e Riuso

Moda, Puma lancia la sua collezione realizzata con plastica riciclata

Condividi

Puma ha presentato la sua nuova collezione realizzata con plastica riciclata nata dalla collaborazione con The First Mile, che si occupa della raccolta dei rifiuti di plastica nei paesi più poveri.

Puma ha annunciato insieme a The First Mile la nuova collezione di abbigliamento sportivoPuma X First Mile“, realizzata con la plastica riciclata. The First Mile è un network presente a Taiwan, Honduras e Haiti che assume personale per raccogliere bottiglie e altri rifiuti di plastica, creando posti di lavoro sostenibili e riducendo l’inquinamento.

Quando il riciclo diventa di moda. Il vintage è l’abbigliamento del futuro

Le bottiglie vengono raccolte, pulite e triturate fino ad essere trasformate nel tessuto utilizzato per creare i prodotti. Secondo Puma la partnership ha evitato che solo per i prodotti del 2020, 44 tonnellate di rifiuti di plastica finissero nelle discariche e negli oceani. Questo può essere tradotto in 1,980,286 bottiglie di plastica. La collezione sarà composta da scarpe, magliette, pantaloncini e giacche, realizzate dall’83% al 100% con tessuto riciclato. Gli oggetti della collezione forniranno secondo Puma “la miglior performance possibile” durante gli allenamenti, supportando allo stesso momento sia la sostenibilità che il benessere dei lavoratori. I pezzi della collezione avranno un costo dai 40 ai 110 dollari.

Riciclo, ecco Re-born, le scarpe realizzate usando vecchie vele

Come spiegato da First Mile la collezione del 2020 sarà composta solo da materiali raccolti da Taiwan, nonostante la rete sia attiva in tutto il mondo. “Investendo in questo progetto, possiamo ottenere comunità più pulite, famiglie in grado di sostenersi, e dare orgoglio e dignità alle persone” ha spiegato First Mile, che in passato ha collaborato con Ralph Lauren e ArieNon tutti quelli con cui lavoriamo desiderano raccogliere i rifiuti per sempre e in alcuni casi, First Mile ha sviluppato un percorso per fargli ottenere una carriera o un’educazione”. First Mile sostiene di poter tracciare i materiali dalla raccolta alla produzione in fabbrica e di voler assumere personale per tenere sotto controllo la rete di raccolta.

Moda, Reebok presenta la nuova scarpa realizzata con materiali vegetali

Speriamo che chiunque acquisti queste vestiti si senta orgoglioso del suo acquisto, non solo in termini di scelta sostenibile ma anche perché gli imprenditori sono direttamente coinvolti nei loro prodotti, utilizzando i propri materiali” ha commentato Kelsey Halling, a capo della partnership di First Mile.

(Visited 42 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago