Mobilità sostenibile, Costa: “500 milioni di euro per piste ciclabili e ciclovie”

Mobilità sostenibile. Cinquecento milioni di euro per riempire l’Italia di biciclette e piste ciclabili, fare bike sharing, costruire depositi per le due ruote, spingere sulla buona mobilità (come quella ‘scuola-lavoro’) e costruire tante ciclovie extra urbane.

È la nuova sfida del Ministero dell’Ambiente lanciata oggi in occasione della presentazione del cortometraggio ‘Brumotti per l’Italia‘, nella sede del dicastero di via Cristoforo Colombo, con il quale l’inviato di Striscia la notizia, Vittorio Brumotti, racconta del suo viaggio a ’emissioni zero’ lungo il nostro Paese, da Livigno a Agrigento, in sella ad una bicicletta attrezzata con pannelli solari.

Green Mobility, incentivare la buona mobilità e tassare inquinamento e spreco

“Vi faccio vedere la mia bella Italia – ha detto il campione del mondo – tutelare l’ambiente è la cosa più ‘cool’ che si può fare ora al giorno d’oggi”.

Nel suo viaggio a zero emissioni, Brumotti ha percorso circa 3.000 chilometri in poco meno di 20 giorni, facendo tappa in ospedali pediatrici, nelle zone terremotate, in aree marine e parchi nazionali, e anche un pit stop allo zen, il quartiere di Palermo dove tempo fa era stato minacciato.

Mobilità, il 2019 anno delle elettriche e delle ibride plug-in

Sono più di 80 i progetti nelle varie città italiane finanziate da parte del ministero dell’Ambiente e degli altri dicasteri competenti, in partnership con le Regioni e i Comuni.

“Per noi come ministero dell’Ambiente e per questo governo – ha osservato, Sergio Costa – la tutela di questo tipo di attività come, la bicicletta, è qualcosa di fondamentale. Abbiamo già strutturato 500 milioni di euro tra vari ministeri insieme alle Regioni e ai Comuni per fare piste ciclabili, bike-sharing, depositi di biciclette, ciclovie fuori città (con già 10 progetti pronti, da quella degli Appennini a quella della Magna Grecia al Grab) e 82 progetti all’interno delle città”.

Treno Verde 2019, 12 tappe per incentivare la mobilità sostenibile e ridurre l’inquinamento

“Tante risorse – ha spiegato ancora Costa – che abbiamo messo a terra perché ci crediamo, perché vogliamo legare e tenere unita l’Italia con una mobilità sostenibile come questa. Abbiamo costituito qualcosa cui tengo molto il Piano generale della mobilità ciclistica, per ampliare e coinvolgere tutte le città”.

“Vogliamo dare piena attuazione al Piano perché per il ministero dell’Ambiente e per il governo l’uso della bicicletta non è soltanto un auspicio” – ha proseguito il titolare dell’Ambiente – preservare e rendere ancora più appetitosi i parchi e le aree marine protette del nostro Paese, territori splendidi da visitare anche in bicicletta, e farne entrare altri nel guinness delle bellezze naturalistiche, è un altro nostro obiettivo”.

“Entro l’estate – ha concluso Costa – emaneremo alcuni bandi per diverse iniziative nei parchi, da godere in modo slow, ecocompatibile e all’insegna del plastic free, come avviene già nel Parco nazionale del Cilento, modello che mi auguro venga presto seguito dagli altri parchi e orgoglio nazionale che esporteremo tra due giorni a Oslo, dove inaugureremo la prima ambasciata italiana all’estero plastic free”.

 

(Visited 236 times, 1 visits today)

Leggi anche

Diretta Live
Diventa Green!