Inquinamento

Microplastiche, attenzione ai glitter nei cosmetici: possono danneggiare laghi e fiumi. Lo studio

Condividi

Quanto inquinano i glitter presenti nei cosmetici? Il loro impatto su fiumi e laghi potrebbe essere pericoloso al pari di altre microplastiche, come ha dimostrato uno studio. 

Gli scienziati hanno trovato prove che i glitter usati nei cosmetici e nella pittura per il corpo possono danneggiare fiumi e laghi. I glitter contengono microplastiche che possono penetrare nei fiumi e negli oceani, impiegando molti anni a degradarsi. L’anno scorso, gli scienziati hanno chiesto un divieto totale dei glitter per le preoccupazioni che le particelle inquinano gli oceani e danneggiano la vita marina.

La Sicilia è la prima regione plastic free: stop a bicchieri e stoviglie di plastica in uffici ed enti regionali

I ricercatori dietro il nuovo studio pubblicato sul Journal of Hazardous Materials affermano di aver trovato la prima prova diretta degli impatti sulla rete della vita in fiumi e laghi. Nei test di laboratorio tutti i tipi di glitter hanno influenzato la crescita delle piante da laghetto e delle alghe microscopiche.

La dottoressa Dannielle Green, docente senior in biologia presso l’Anglia Ruskin University, ha dichiarato a BBC News: “Il glitter è un tipo di microplastica, può avere gli stessi effetti di altre microplastiche e non dovrebbe essere rilasciato in grandi quantità nell’ambiente. E se lo indossi come trucco, sarebbe opportuno pulirlo e metterlo nel cestino piuttosto che lavarlo nei nostri corsi d’acqua“.

Decreto Agosto: via libera a bottiglie di plastica riciclata al 100%

Il glitter tradizionale è costituito da plastica realizzata con un film di poliestere PET, che viene rivestito con alluminio e quindi ricoperto da un altro sottile strato di plastica. Per eliminare gradualmente i glitter in PET sono state introdotte alternative più biodegradabili.

Per testare gli effetti dei glitter, i ricercatori hanno raccolto acqua, sedimenti e piante dal fiume Glaven nel Norfolk. Hanno allestito stagni in miniatura nel laboratorio, che hanno dosato con sei diversi tipi di glitter. Tutti i tipi hanno diminuito l’abbondanza di piante comuni come la lenticchia d’acqua e le alghe microscopiche.

Gli esperimenti hanno testato gli effetti di grandi quantità di glitter, simili a dove i glitter vengono rilasciati in massa ai festival o durante le proteste. Dicono di essere meno preoccupati per gli effetti di quantità minori, come quelle utilizzate nel trucco.

(Visited 14 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago