Politica

OSPITE A TELEAMBIENTE MICHELE DELL’ORCO (M5S)

Condividi

Michele Dell’Orco, deputato del M5S, presente questa mattina negli studi di TeleAmbiente durante la Rassegna Stampa, sui risultati del referendum sull’autonomia in Veneto (Sì 98,1 %) e Lombardia (affluenza del 38,5%) ha commentato: “E’ un dato significativo e politicamente importante  perché 5mln e mezzo di cittadini veneti e lombardi che vanno a votare  sono di più di quelli che hanno votato, ad esempio,  per le regionali in Emilia Romagna, la mia regione. Come M5S,  in Lombardia abbiamo spinto affinché questo referendum si facesse. Riteniamo importante, soprattutto, alcune tasse,  come quelle che riguardano incentivi alle imprese, ambiente, istruzione, protezione civile, vengono gestite dalla regione, più vicina ai territori,  evitando il tragitto città, Stato, regione”.

L’Istituto Cattaneo che analizza i flussi del voto di domenicana confermato che il voto “grillino” è stato decisivo per il superamento del quorum: “Sì è vero – ha confermato Dell’Orco -e ne siamo contenti. E dobbiamo tutti rispettare che il voto sia frutto della volontà di quasi un decimo degli italiani. Lo Stato deve agire. Gentiloni si deve svegliare, e dato che si può fare realmente qualcosa, va fatto il prima possibile”.

Sulla possibile fiducia che il governo si appresterebbe ad apporre alla legge di Riforma elettorale che è approdata al Senato, Dall’Orco ha dichiarato: “Vedere che Forza Italia torna ad essere contenta adesso che il governo apponga la fiducia vuol dire un’ennesima conferma che Berlusconi e Renzi abbiano trovato l’accordo per un eventuale prossimo governo. Anzi diciamolo chiaramente, Forza Italia è entrata già in maggioranza in questa fine legislatura. Nella testa del PD c’è solo Mussolini nel ’23, Renzi nel 2015 sull’Italicum e adesso di nuovo con Gentiloni si mette la fiducia su una legge elettorale che invece dovrebbe essere votata e condivisa da tutto il Parlamento”.

Sulla legge di bilancio, Dell’Orco afferma: “Ci sono alcune iniziative interessanti, come la detrazione degli abbonamenti per i bus e i treni, una cosa che chiediamo da anni.  Se si dovesse realizzare sarebbe molto importante per incentivare al trasporto pubblico. Uno dei problemi, ad esempio, della pianura Padana, è l’inquinamento. Bisogna dare una svolta drastica, puntare al trasporto pubblico e all’elettrico, questo è il futuro”.

Infine concludendo sul voto in Sicilia: “E’ un testa a testa Cancelleri e Musumeci. Sono appena tornato da un lungo viaggio elettorale nell’isola. Abbiamo visto insieme ad altri colleghi cose incredibili, che denotano il fallimento del Pd e della giunta Crocetta. Sono ottimista. La vicenda delle regionarie (del ricorso in Tribunale ndr) e è totalmente superato. Sono convinto che Cancelleri ce la farà”.

(Visited 67 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago