CulturaEventi

Melodramma ecologico, lo spettacolo ambientalista dei Duperdu a Milano: “La sfida è lasciare un mondo migliore ai nostri figli”

Condividi

Si chiama Melodramma ecologico ed è il nuovo spettacolo, decisamente eco-friendly, dei Duperdu. Andrà in scena a Milano dal 4 giugno e vanterà anche un cameo di Raul Cremona: gli autori e protagonisti ne parlano a Teleambiente.

Si torna finalmente a teatro e i Duperdu, il duo composto dai coniugi Fabio Wolf e Marta Marangoni, vanno in scena con un nuovo spettacolo ambientalista, patrocinato anche da Legambiente. L’appuntamento con Melodramma ecologico è al Teatro della Cooperativa di Milano, da domani al 13 giugno: gli spettacoli si terranno dal martedì alla domenica alle ore 19.45, con l’eccezione di lunedì 7 (giorno di riposo) e giovedì 10 giugno (ore 19).

Lo spettacolo, che riprende in versione attuale e ambientale il mito di Orfeo e Euridice, è una produzione del Teatro della Cooperativa in collaborazione con Minima Theatralia. Partecipano anche i piccoli Plinio e Dalia Wolf, i figli dei Duperdu, e anche Raul Cremona, che in un cameo video interpreterà un apicoltore decisamente negazionista dei cambiamenti climatici.

A Teleambiente, i Duperdu hanno parlato dello spettacolo e delle scelte ambientaliste. “La prima è stata quella di riciclare le cartoline già stampate, aggiungendo semplicemente le nuove date, grazie anche alla comunità di Niguarda che è molto sensibile sia ai temi ambientali che all’attività teatrale. Anche le plastiche che utilizziamo sono interamente riciclate, così come i costumi sono tutti in materiali recuperati grazie alla costumeria sociale di Minima Theatralia” – spiega Marta Marangoni – “Con questo spettacolo vogliamo sensibilizzare le persone ai temi ecologici. Siamo stati fermi più di un anno, abbiamo visto da un lato la natura riprendersi i propri spazi ma dall’altro si sono acuiti i problemi relativi all’usa e getta, dovuti all’utilizzo dei dpi come guanti e mascherine“.

“I colori del silenzio, le sfumature della violenza di genere”. Lo spettacolo in streaming l’8 giugno

Fabio Wolf, che nello spettacolo interpreterà Orfeo, racconta invece: “La mia tematica è quella di tornare al mondo di natura“. Marta Marangoni è invece un’Euridice costretta a vivere in un ‘inferno’ di plastica e lo spettacolo invita proprio ad adottarne un uso più consapevole. I figli di Marta Marangoni e Fabio Wolf, Dalia e Plinio, interpreteranno Ade e Persefone, dèi degli Inferi, ma rappresentano le nuove generazioni che mettono alla berlina le vecchie. “Abbiamo visto che i ragazzi, fortunatamente, si sono mobilitati. Basti pensare, ad esempio, ai Fridays for Future. Abbiamo già diverse prenotazioni da parte dei ragazzi e speriamo di portare presto lo spettacolo anche nelle scuole“, spiega Marta Marangoni. Fabio Wolf, invece, parla così del coinvolgimento dei figli e delle generazioni future: “La più grande sfida per tutti noi è lasciare un mondo più vivibile ai bambini che tra poco saranno grandi“.

C’è poi anche un cameo video di Raul Cremona, che interpreterà un negazionista. “Una persona autentica, che ha sposato la causa artistica e quella ambientalista. Avere un testimonial come lui ci aiuta a veicolare il messaggio“, spiegano i Duperdu. Ci sono anche dei musicisti a supporto dell’opera, che con le note riescono ad arricchire le ambientazioni.

Melodramma ecologico è patrocinato da Legambiente. “Tempo fa partecipammo ad un concorso, lanciato da Legambiente insieme ad Elio e le Storie Tese, su una canzone circolare, che si ricicla in continuazione. In tantissimi, da tutta Italia, avevano partecipato” – spiegano i Duperdu – “La nostra canzone circolare vinse quel concorso, abbiamo lavorato con la sede centrale di Legambiente e con quella di Milano. Lo spettacolo potrà essere continuamente riciclato, perché le singole scene potranno essere riutilizzate in altri contesti come le associazioni ambientaliste locali. Ogni scena potrà essere commentata e approfondita da esperti scientifici di Legambiente, per realizzare così un tour virtuale fruibile online da tutti“.

La pianista Cristiana Pegoraro interpreta l’Inno di Mameli: il video “L’Italia s’è desta”

Fuori dal contesto strettamente teatrale, i Duperdu affrontano invece la sfida ecologista: “Si dice che sia una cosa da ricchi, ma in realtà occorre coinvolgere i circoli sociali per sensibilizzare tutti i cittadini, di ogni classe estrazione, al riciclo e alla riduzione degli sprechi. Dobbiamo far leva sul risparmio economico che si può ottenere adottando comportamenti ecologici. La mediazione culturale ed il teatro possono fare anche questo“.

Appuntamento, quindi, da domani fino al 13 giugno. “I biglietti possono essere acquistati sul sito del Teatro della Cooperativa, attraverso il circuito Vivaticket. Lo spettacolo dura 75 minuti, un orario perfetto anche per rispettare il coprifuoco. Nel teatro vengono rispettate tutte le misure di sicurezza“, spiegano i Duperdu. Che poi scherzano così: “La capienza è dimezzata, ma lo spettacolo lo facciamo per intero. Venite a teatro, tornate a popolare i luoghi di cultura“.

Il Teatro della Cooperativa si trova in via privata Hermada, 8. Per ulteriori informazioni sullo spettacolo e per prenotare i biglietti (prezzo 10 euro) è possibile visitare il sito del teatro a questo link.

(Visited 210 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago