Cultura

MATURITA’ 2018, CONTO ALLA ROVESCIA. LE MATERIE DELLA SECONDA PROVA SCRITTA. ALCUNE ANTICIPAZIONI

Condividi

Maturità 2018.  E’ partito il conto alla rovescia. Mancano ancora cinque mesi ma già si parla dei prossimi esami di maturità 2018. Infatti questa settimana verranno rese note le materie oggetto della seconda prova scritta.

Il 31 gennaio, infatti, il Miur comunicherà  l’uscita delle materie di seconda prova Maturità 2018 e quelle che verranno affidate ai commissari esterni. Il Ministro dell’Istruzione Valeria Fedeli annunciò il 31 gennaio dello scorso anno le materie della seconda prova con un video. Molto probabilmente rispetterà la stessa modalità anche questa volta. Nel frattempo in queste 24 ore cresce la preoccupazione per gli studenti.

Nell’attesa di avere notizie definitive sulle materie, sui social e sul web iniziano a circolare le prime previsioni, basandosi anche sul consueto meccanismo dell’alternanza. Per quanto riguarda il liceo classico quest’anno dovrebbe uscire la versione di greco, considerato che l’anno scorso è uscito latino con commissario esterno e italiano con docente interno. Nel corso dell’anno scolastico 2016/2017, sempre al liceo classico sono usciti matematica e lingua e cultura straniera affidate ai commissari esterni. Per il liceo scientifico per la prima volta potrebbe uscire fisica scritta, temuta da molti studenti, considerato che l’anno scorso è uscita matematica con commissario interno e fisica invece era stata affidata al commissario esterno.

Tra preoccupazione ed ansia, non ci resta che aspettare ancora qualche ora. In bocca al lupo ragazzi!

(Visited 6.538 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago